Al “Landolfi” la prevenzione in rosa targata Amos ed Asl

L’ospedale “Landolfi” di Solofra ha ospitato l’open day dedicato alla prevenzione del cancro alla mammella. Una giornata in rosa promossa dalle volontarie di Amos Solofra in collaborazione con l’Asl Avellino. Tante le donne che hanno affollato gli ambulatori di radiologia del presidio ospedaliero per sottoporsi a visite senologiche con il dottor Carlo Iannace coadiuvato dal dottore Palmieri.

E ad indagini strumentali radiologiche di primo livello: ecografia e mammografia. Hanno offerto il proprio contributo professionale il personale tecnico ed infermieristico dell’unità operativa di radiologia del “Landolfi” e la dottoressa Laporta, il dottor Martino ed il dottor Urciuoli degli ospedali di Solofra, S. Angelo ed Ariano.

La manifestazione ha come obiettivo quello di far crescere la cultura della prevenzione. E’ ormai un dato acquisito che lo screening oncologico della mammella riduce la mortalità del 40%. Di grande utilità è dunque la sinergia tra i presidi ospedalieri e le associazioni radicate sul territorio.

“Come Amos Solofra, spiega Maria Rosaria Ingenito presidente dell’associazione, vogliamo ringraziare l’Asl ed il dottore Musto, in particolare, a lui si deve l’iniziativa di screening con il coinvolgimento di tutti gli ospedali e che ci ha consentito di portare la prevenzione Amos in ospedale”

Notizie correlate