Candelora, ad Ospedaletto d’Alpinolo tante iniziative pro-gay

In occasione del tradizionale pellegrinaggio della Candelora a Montevergine del 2 febbraio storicamente caratterizzato dalla presenza degli omosessuali in quanto alla Madonna di Montevergine viene attribuita la particolare funzione di proteggere ed intercedere per le persone Gay, l’Amministrazione Comunale di Ospedaletto d’Alpinolo ha programmato una serie di iniziative che si sviluppano dal 29 gennaio al 2 febbraio.
Questa mattina, nella storica Piazza Mercato, luogo di transito e sosta de…


In occasione del tradizionale pellegrinaggio della Candelora a Montevergine del 2 febbraio storicamente caratterizzato dalla presenza degli omosessuali in quanto alla Madonna di Montevergine viene attribuita la particolare funzione di proteggere ed intercedere per le persone Gay, l’Amministrazione Comunale di Ospedaletto d’Alpinolo ha programmato una serie di iniziative che si sviluppano dal 29 gennaio al 2 febbraio.
Questa mattina, nella storica Piazza Mercato, luogo di transito e sosta del pellegrinaggio, è stato inaugurato il bagno pubblico Unisex, il primo bagno pubblico NO GENDER in Italia, convinti di dover affrontare un tema sollevato dalla comunità gay. In serata alle 21.30 è previsto il concerto degli Spaccapaese, gruppo storico della tradizione musicale campana.
Mercoledì 1 febbraio alle ore 18.30 è in programma un Consiglio Comunale Straordinario, in cui sarà concessa la Cittadinanza Onoraria ad una coppia che gay abruzzese, di origini ospedalettesi. Orlando e Bruno sono stati la prima coppia a sposarsi con il provvedimento delle unioni civili (legge Cirinnà). Per l’occasione la Senatrice sarà in contatto con il Consiglio Comunale mediante una video conferenza. Chiuderà la cerimonia il concerto di Marcello Colasurdo. Il 2 febbraio alle ore 10 saranno scoperte due targhe poste all’inizio e alla fine del nostro territorio, in cui abbiamo riportato un ammonimento alle violenze di genere, la targa recita: “Ospedaletto d’Alpinolo è contro la omotransfobia e la violenza di genere”. A scoprire la targa, oltre alle autorità locali, ci saranno l’assessore alle Pari Opportunità della Regione Campania, Chiara Marciani, Vladimir Luxuria, Carlo Cremona e Donata Ferrante dell’associazione i Ken onlus, componente del Tavolo Nazionale Antidiscriminazione del UNAR. Il programma continua con le esibizioni delle Paranze tradizionali fino a tarda sera.