Deiezioni canine, aumentano i controlli ad Atripalda

La polizia municipale di Atripalda, ha predisposto nel mese di marzo una serie di servizi mirati (anche in abiti civili) alla tutela degli animali da affezione tra cui il controllo delle deiezioni canine. Sono stati elevati due verbali con sanzione amministrativa per la mancata raccolta degli escrementi da parte di altrettanti possessori di cani. Circa 20 sono state le persone controllare. Negli ultimi anni, sette sono stati i verbali elevati, tutti nei confronti di possessori di cani che non raccolgono gli escrementi. La polizia municipale si è attivata anche con foto trappole per scongiurare l’inciviltà di una parte della cittadinanza. Va rimarcato il senso civico delle persone ed il rispetto degli spazi pubblici sapendo che la libertà di ognuno inizia e finisce là dove inizia e finisce la libertà degli altri e soprattutto che lo spazio pubblico è di tutti e tutti devono contribuire alla sua igiene. L’amore verso gli animali deve tramutarsi anche in amore  verso gli spazi pubblici. Pugno duro contro gli sporcaccioni. Pugno duro  per contrastare il fenomeno delle deiezioni canine, sintomo di bassissimo senso civico. Il sindaco Paolo Spagnuolo ringrazia  la polizia municipale per la disponibilità mostrata,  purtroppo era giunta l’ora di mettere fine al buonismo di facciata ed alla cultura degli alibi e delle giustificazioni. Non venivano rispettate nemmeno le aree prossime agli istituti scolastici, alle attività commerciali e perfino ai luoghi di culto. L’augurio è che l’inasprimento dei controlli ed  il conseguente aumento delle multe, fortemente richiesto dagli amministratori e dai cittadini possa ridurre in modo sensibile gli atti contro il decoro urbano  da parte di molti proprietari di animali domestici che insozzano strade, marciapiedi ed aiuole.