Il Cdr riapre all’Irpinia, ora meno costi

Il Cdr riapre all’Irpinia, ora meno costi
Il Cdr di Pianodardine apre nuovamente le porte ai comuni irpini. Otto mesi dopo la riattivazione dell’impianto cittadino, fino ad ora appannaggio esclusivo dei comuni del napoletano, sarà possibile conferire le 220 tonnellate di immondizia raccolta nel bacino del Cosmari Av1. Soddisfatto il neo pre…

Il Cdr riapre all’Irpinia, ora meno costi

Il Cdr di Pianodardine apre nuovamente le porte ai comuni irpini. Otto mesi dopo la riattivazione dell’impianto cittadino, fino ad ora appannaggio esclusivo dei comuni del napoletano, sarà possibile conferire le 220 tonnellate di immondizia raccolta nel bacino del Cosmari Av1. Soddisfatto il neo presidente del consorzio, Antono Caputo, sindaco di Aiello del Sabato, che nel corso di questi ultimi giorni aveva esercitato una forte pressione sulla struttura commissariale. “Ora avremo un risparmio del 25% dei costi di smaltimento – dice Caputo – ora i nostri mezzi non saranno costretti ad andare a Monteforte nella stazione di trasferenza per far partire i rifiuti alla volta della discarica di Savignano Irpino”.

Notizie correlate