Avellino: bocconi avvelenati per cani in pieno centro, indagini della Municipale

Attenzione ai bocconi avvelenati per cani.

L’avviso è stato affisso dalla Polizia Municipale di Avellino.

Sono in corso indagini per risalire agli autori dell’infame iniziativa.

Sui cartelli apparsi in diverse zone del centro cittadino, si legge: «Zona interessata dalla sospetta presenza di esche e bocconi avvelenati»

Ci sono persone che preparano cibo che spargono per strada, oppure lanciano direttamente nei giardini di abitazioni ove si trovani animali.

Zone interessate sono la Villa Comunale di Avellino e le zone adiacenti al Corso Vittorio Emanuele dove insistono diverse telecamere.

Attraverso le indagini potranno essere individuati gli autori di tale iniziativa.

Si tratta di persone a cui non piacciono i cani, forse perchè infastidite dalle deiezioni spesso non raccolte nelle strade principali.

Anche su questo vigilerà laPolizia Municipale.

Sempre attraverso le telecamere si potranno individuare quei proprietari di cani che non provvedono alla raccolta delle deiezioni. In questo caso scatta una sanzione amministrativa a carico del proprietario.

COME RICONOSCERE LE ESCHE AVVELENATE

Che siano uova, fette di prosciutto arrotolate o polpette, tutte contengono veleno e, per i cani sono tutte esche irresistibili. Purtroppo, perché gli effetti dei bocconi avvelenati si possono vedere anche nel giro di pochi minuti e possono essere molto pericolosi.

I veleni più utilizzati sono:

  • Veleno per lumache

I sintomi appaiono subito, entro 2-3 ore dall’ingestione. Il veleno per lumache è formato da piccoli granuli di colore azzurro-verde. I sintomi possono includere tremore, convulsioni, pupille dilatate, forte aumento della temperature, diarrea verdastra.

  • Antigelo per auto

Per i cani risulta buonissimo, ha un buon sapore. Ma è molto pericoloso. I sintomi compaiono entro 30 minuti o 12 ore, con nausea, vomito, tremori e convulsioni, e il cane tende a bere e ad urinare molto. Nel giro di 12-24 ore comincia a respirare in modo veloce e affannoso, mentre il battito aumenta. Successivamente, compaiono anche complicazioni ai reni.

  • Veleno per topi:

Può essere un liquido blu, una cialda nera oppure una pasta o dei granuli di colore rosso, fuxia o blu.
Questo veleno provoca emorragie.
Si registra sanguinamento dal naso, dalle orecchie, dalle gengive. Ma anche debolezza. Agisce dopo circa 48 ore da quando il cane ha mangiato il boccone avvelenato.

COSA FARE IN CASO DI INGESTIONE

Importante è chiamare il veterinario o la guardia medica veterinaria.

Nel frattempo occorrerà mantenere calmo il cane cercando di farlo vomitare.

Viene consigliato dai veterinari di portare sempre con te dell’acqua ossigenata da spruzzare direttamente nella bocca del cane o del sale grosso, sempre da mettere a manciate nella bocca del tuo amico.

In questo modo il cane sarà portato a vomitare.

In questo caso, si consiglia di raccogliere il vomito, per non istigare ulteriormente gli autori del meschino gesto di spargere bocconi avvelenati.

 

Notizie correlate