Giù nascite e fuga dal territorio: l’Irpinia perde ogni anno l’equivalente di un comune

Calo sensibile della nascite, continua fuga verso il Nord e verso l’estero. Segno meno per l’Irpinia nell’ultimo bilancio demografico diffuso dall’Istat.
Anche il 2017 passerà alla storia come un altro anno da annovera nell’emorragia demografica. La provincia di Avellino, invesorabilmente, continua a perdere pezzi, quote importanti di popolazione. E’ come se ogni anno vedessimo scompare uno dei 118 comuni, visto che il bilancio finale si chiude sempre con un saldo negativo, che oscilla tra i 1800 e i 2mila in meno. Secondo l’ultimo bolletino 1694 persone in meno tra gennaio e novembre, 227 cambi di residenza, saldo naturale – la differenza tra nascite e decessi – meno 1467. Sono venuti al mondo in 11 mesi – l’anno scorso – 2667 bimbi, nello stesso periodo del 2016 erano stati 2893. Ben 226 nascite in meno.

Notizie correlate