Morgante: “Radiologi ed infermieri, attivate le procedure per destinarli al Landolfi”

La dottoressa Maria Morgante ha questo pomeriggio incontrato i lavoratori dell’ospedale Landolfi di Solofra. Il personale insieme con le rappresentanze sindacali dellUsb (Unione sindacale di base) ha questa mattina occupato in maniera pacifica la biblioteca della direzione sanitaria ed amministrativa. Un modo per attirare l’attenzione sulle gravi carenze di personale che gravano sui reparti del nosocomio solofrano. Nel pomeriggio l’incontro con il direttore generale dell’Asl proprio a Solofra.

“E’ necessaria, ha spiegato la Morgante, una migliore organizzazione, con una migliore organizzazione si possono ottenere buoni risultati. Il personale c’è, altro personale ci impegneremo a destinarlo a questo presidio ospedaliero”. A cominciare dagli infermieri. “In questo momento sono carenti. Gli infermieri che riusciremo a recuperare con la mobilità li manderemo a Solofra”.

Per quanto riguarda, poi, le carenze che si registrano nel reparto di radiologia: “abbiamo attivato tutte le procedure. Una unità già verrà come specialistica ambulatoriale ed abbiamo stipulato oggi una convenzione con il Rummo per garantire altre 38 ore settimanali. Questo fino a luglio perchè penso che per allora riusciremo a chiudere il concorso. Abbiamo quindi sette unità da strutturare entro luglio 2017”.

Al termine dell’incontro il direttore generale dell’Asl Avellino l’Usb ha sciolto il presidio.