Scambio di neonati alla “Malzoni”. Il primario Izzo: “Errore rarissimo”

Due bambine, per quasi due giorni, sono state vicino ad una sconosciuta ed allattate da una donna che non era la loro mamma. (LEGGI QUI)

Cosa è successo? C’è stato uno scambio che il primario di neonatologia della clinica, il Dott. Angelo Izzo, definisce “un errore umano, rarissimo, mai accaduto”.

Un fatto che ha creato però turbamento alle mamme che sono rimaste provate da questo insolito evento tanto da chiedere l’intervento della Polizia per fare chiarezza su quanto accaduto.

Il dottor Izzo ha spiegato: “L’identificazione è stata precisa alla nascita, in sala parto. C’è stato un errore, poi, nel posizionare una bimba nella culletta di un’altra, quando sono state portate in camera. E’un fatto che non può succedere, non deve succedere e in 61 anni di attività non era mai avvenuta una cosa del genere con 120mila bambini nati. In questa clinica i controlli sono rigorosissimi. Comprendiamo lo stato d’animo dei genitori e faremo chiarezza di quanto accaduto attraverso una indagine interna”.

Un errore che pare sia da addebitare alle ostetriche e al personale del nido che avrebbero scambiato le due bimbe.

Sull’episodio è aperta un’inchiesta interna dalla direzione della struttura sanitaria. Gli atti compiuti  dal personale della Questura intervenuto sul posto, saranno vagliati dalla Procura della Repubblica di Avellino per accertare se vi sia stato dolo. In questo caso potrebbe essere ipotizzato il reato di sottrazione di persona incapace.

Comunque dovesse concludersi questa vicenda, resterà uno bruttoricordo per le due mamme – una di Atripalda, l’altra di Roccarainola – e una brutta figura per la nota clinica avellinese.