“Studenti e dipendenti Unisa ridotti a bancomat dei comuni”. La denuncia della Cisl

Studenti e dipendenti dell’Università di Salerno ridotti a bancomat dei comuni che ospitano i campus universitari. La denuncia arriva dalla Cisl Università. 

“La CISL – dichiarano i Responsabili aziendali Gerardo Pintozzi e Giuliano Grieco – è investita dalle lamentele delle famiglie degli studenti che, oltre a dover provvedere al mantenimento dei figli agli studi, devono anche far fronte alle ripetute multe per divieto di sosta, complice la disorganizzazione logistica che obbliga di fatto gli studenti, dopo infinite ricerche di uno spazio per poter parcheggiare in maniera corretta, a sceglierne uno improvvisato per non ritardare alle lezioni ovvero agli esami.” 

“Fermo restando il doveroso rispetto del codice della strada, – continuano Pintozzi e Grieco – da tempo la Cisl Università sta sollecitando l’attuale Governance dell’Ateneo affinché vengano adottate regole certe per l’utilizzo delle aree interne ed esterne ai Campus, anche attraverso la ridefinizione del Regolamento interno di viabilità dei Campus e delle Convenzioni con i Comuni coinvolti. Sicuramente siamo interessati a meno rotatorie ed a regole più certe”

Notizie correlate