Cracca il conto di un ente pubblico e fa sparire ottomila euro. Denunciato

Installano un trojan e provano a rubare i codici per l’home banking. Beccato. I Carabinieri della Stazione di Castelfranci, hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria un 38enne della provincia di Salerno ritenuto responsabile di tentata frode informatica.

Ad innescare le indagini dei carabinieri alcuni bonifici “sospetti” effettuati dal conto corrente di un Ente locale che ha però disconosciuto di aver mai effettuato simili operazioni disconosceva tali operazioni. Gli accertamenti hanno permesso di stabilire che ignoti, tramite internet, erano riusciti ad accedere abusivamente all’home banking ed avevano tentato di effettuare bonifici bancari per un totale di 7.500 euro.

I militari, dopo aver bloccato il flusso, hanno accertato che il 38enne, mediante l’invio di mail contenenti un virus (“Trojan Zeus”), era riuscito a carpire le credenziali di accesso al conto corrente on line ed aveva quindi tentato di effettuare operazioni a suo favore, trasferendo denaro sul proprio conto corrente.

Gli investigatori hanno denunciato l’uomo in stato di libertà.

Notizie correlate