Furti di oggetti d’arte, scoperto il deposito

Furti di oggetti d’arte, scoperto il deposito
Dopo gli arresti, è stato scoperto anche il deposito utilizzato dai ladri che di recente hanno fatto razzia in Alta Irpinia di portali, pietre e oggetti di antiquariato in ville e casolari della zona. Grazie ad un controllo operato dai carabinieri sui movimenti, i contatti e i collegamenti delle due…

Furti di oggetti d’arte, scoperto il deposito

Dopo gli arresti, è stato scoperto anche il deposito utilizzato dai ladri che di recente hanno fatto razzia in Alta Irpinia di portali, pietre e oggetti di antiquariato in ville e casolari della zona. Grazie ad un controllo operato dai carabinieri sui movimenti, i contatti e i collegamenti delle due persone arreste a Nusco qualche minuto dopo un furto, sono stati trovati i depositi di questi preziosi oggetti. I militari dell’Arma hanno rivenuto alcuni vasi in pietra, portali, capitelli e lastre in pietra di un pavimento per una superficie di oltre 120 mq, tutti provenienti dai numerosi casali e masserie disseminati nelle campagne dell’Alta Irpinia, molti dei quali disabitati ed in attesa o in fase di ristrutturazione a seguito delle lesioni strutturali subite dalla rovinosa scossa del terremoto del 1980. Ore le indagini puntano a scoprire sia i complici due ladri, un 50enne di Atripalda ed un 20enne, che i committenti. Le opere recuperate sono state restituite ai legittimi proprietari. Posti sotto sequestro numerosi oggetti atti allo scasso, alcuni “piedi di porco”, grossi cacciaviti e martelli nonché il furgonato utilizzato per il trasporto e sul quale i due malviventi avevano già caricato parte del bottino.

Notizie correlate