Lavoro nero e sicurezza, sigilli a 11 cantieri

Lavoro nero e sicurezza, sigilli a 11 cantieri
Lavoratori in nero, assenza di misure di sicurezza: sequestrati undici cantieri e denunciate 104 persone. Comminate sanzioni per oltre 300mila euro e recuperato contributi evasi ad Inps e Inail per 100mila euro. In sintesi sono i risultati di una vasta operazioni di controllo nel settore edile condo…

Lavoro nero e sicurezza, sigilli a 11 cantieri

Lavoratori in nero, assenza di misure di sicurezza: sequestrati undici cantieri e denunciate 104 persone. Comminate sanzioni per oltre 300mila euro e recuperato contributi evasi ad Inps e Inail per 100mila euro. In sintesi sono i risultati di una vasta operazioni di controllo nel settore edile condotta in tutta la provincia dai carabinieri e dagli ispettori della direzione provinciale del lavoro. Le attività sono andate avanti per circa due mesi: 107 i cantieri sottoposti a controllo. Tra imprenditori, tecnici direttori dei lavori e responsabili di cantiere, sono finiti nei guai in 104. Sono accusati di inosservanza delle misure di sicurezza sui luoghi di lavoro, impiego di manodopera irregolare e mancata corresponsione dei contributi previdenziali. Su 480 lavoratori controllati, 83 sono risultati privi di qualsiasi forma di contratto. Per questo motivo sono scattati i sigilli a 11 cantieri. Sottoposti a sequestro anche quattro fabbricati: in alcuni il provvedimento è scattato per difformità rispetto alle autorizzazioni concesse, in altri si trattava invce di vere e proprie costruzioni abusive. Il valore degli immobili sequestrati è di circa 600mila euro.

Notizie correlate