Un’altra cava abusiva, blitz della Forestale

Un’altra cava abusiva, blitz della Forestale
Una cava abusiva è stata sequestrata dalla Forestale ad Ariano Irpino. Il boitz è scattato in un fondo agricolo a ridosso del fiume Cervaro. L’estrazione di materiale calcereo e di gesso avveniva propria nella fascia di rispetto del corrente d’acqua. L’operazione è stata portata a termine dagli agen…

Un’altra cava abusiva, blitz della Forestale

Una cava abusiva è stata sequestrata dalla Forestale ad Ariano Irpino. Il boitz è scattato in un fondo agricolo a ridosso del fiume Cervaro. L’estrazione di materiale calcereo e di gesso avveniva propria nella fascia di rispetto del corrente d’acqua. L’operazione è stata portata a termine dagli agenti del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale. Da un primo controllo documentale effettuato presso il Genio Civile di Ariano Irpino, la Forestale ha accertato che per l’area utilizzata non era mai stata rilasciata alcuna autorizzazione, anzi era stato emesso un decreto che ne vietava proprio l’utilizzo. Il sequestro ha riguardato l’area di cava che si estende per 22.000 metri quadrati su cui erano ancora presenti alcuni cumuli di materiale gia estratto. Il proprietario del fondo e i gestori dell’attivit sono stati denunciati a piede libero. Sono accusati di diversi reati di: abusivismo edilizio in area di particolare pregio ambientale, smaltimento illecito di rifiuti, distruzione e danneggiamento di bellezze naturali. Un altro sequestro che va ad aggiungersi agli altri effettuati dal NIPAF nelle settimane scorse nei comuni di Guardia Lombardi, Vallata ed Atripalda, sempre afferenti l’attività di estrazione di inerti in aree tutelate dalla normativa paesaggistica ambientale.

Notizie correlate