“Dai Fra che ce la fai”, tutti fanno il tifo per il vigile del fuoco irpino

“Siamo vicini al Vigile del Fuoco rimasto folgorato ad Amatrice, al quale auguriamo una pronta e completa guarigione”. Così Antonio Brizzi, segretario generale del sindacato Conapo. “Molti, politici compresi, sottovalutano il rischio cui sono esposti i vigili del fuoco, ma i fatti purtroppo dimostrano che siamo il Corpo più soggetto all’imprevedibile e agli infortuni sul lavoro”. Solidarietà è arrivata anche dalla Fp Cgil Vigili del fuoco: “La Cgil è vicina a lui e alla famiglia. Forza Francesco”

Francesco Benedetto, vigile del fuoco originario di Andretta in provincia di Avellino, nella giornata di ieri stava effettuando uno dei quotidiani interventi di manutenzione alla frazione Castel Trione ad Amatrice, insieme con i colleghi del nucleo Gos Movimento terra, quando per cause ancora in corso di accertamento ha preso una forte scossa elettrica toccando uno dei cavi dell’alta tensione Enel. Immediatamente soccorso è stato trasportato in eliambulanza al Gemelli a Roma.

Sconcerto tra il personale del comando provinciale dei vigili del fuoco di Avellino dove Francesco ha prestato servizio come discontinuo prima di vincere il concorso a Roma.

Solidarietà e vicinanza al vigile del fuoco ed alla sua famiglia è stata espressa dal primo cittadino di Amatrice Sergio Pirozzi che sulla sua pagina Facebook ha scritto: “Vorrei esprimere profonda vicinanza a FB di Roma, un vigile del fuoco, che opera ad Amatrice e che mentre svolgeva il suo servizio ha avuto un grave infortunio toccando un cavo dell’alta tensione dell’Enel. Siamo con TE in questo momento cosi critico”

Anche il primo cittadino di Andretta Giuseppe Guglielmo ha espresso solidarietà a Francesco ed alla sua famiglia: “Francesco, un ragazzo perbene dedito al lavoro che svolge con passione e dedizione”. A Roma, nell’immediatezza dell’accaduto, si sono i genitori e le tre sorelle del giovane vigile del fuoco

Notizie correlate