Al “Cimarosa” due giorni di concerti ad ingresso gratuito dedicati a Francia e Sud America

Concerti e spettacoli ad ingresso gratuito per celebrare il solstizio d’estate nel segno della grande musica e dello scambio culturale.

Martedì 20 giugno, alle ore 20:30, presso l’Auditorium «Vitale», con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, andrà in scena «Je ne sais quoi – Nathalie Joly chante Yvette Guibert» uno spettacolo prodotto da Marche La Route e portato ad Avellino dall’associazione culturale Alliance
Française, presieduta da Luciana Barile, per celebrare la grande chanteuse Yvette Guilbert.

Lo spettacolo vedrà Nathalie Joly, accompagnata al piano da Jean-Pierre Gesbert, esibirsi in un’alternanza di canto e recitazione, in cui verrà evocata anche la corrispondenza fra la Guilbert e Sigmund Freud, il padre della psicanalisi, ammiratore fuori dalla norma della diva, che egli conobbe durante uno spettacolo a Parigi. Dalla lunga amicizia fra i due nacque una corrispondenza corposa di cui la Joly, bravissima nell’arte del “parlé-chanté”, reciterà dei passaggi significativi.

Mercoledì 21 giugno, alle ore 20:00, invece, si terrà il «Concerto per la Festa della Musica» con la Corale del Duomo di Avellino, diretta dal maestro Maurizio Severino, il Coro del Conservatorio «Cimarosa» diretto dal maestro Virgilio Agresti e l’«Ensemble ‘900» Orchestra da camera del «Cimarosa», con il tenore solista Alessandro Caro e la fisarmonica e il bandoneon di Giuseppe Scigliano, diretta dal maestro Massimo Testo sulle musiche di Ariel Ramirez e Astor Piazzolla. Il concerto sarà introdotto dal professore Antonio Caroccia.