Al Gesualdo “Gran galà della solidarietà” per i malati neoplastici

Babba’ al rum è un’associazione non profit, Opera Segno della Caritas Diocesana di Avellino il cui nome trae origine dall’espressione dialettale “professò site comme nù babbà a rum” usata tanto tempo fa da un ammalato riconoscente nei confronti di un professore universitario che lo aveva in cura. L’associazione rivolge da anni la propria attenzione ai veri ultimi dell’ Irpinia, quelli che ammalati di cancro sono anche in difficoltà economiche così gravi da non essere in condizione neanche di acquistare l’indispensabile.

Giovedì 27 Aprile, alle ore 20,30, ritorna l’imperdibile appuntamento con la Solidarietà, Teatro Gesualdo di Avellino, con il Gran Galà promosso dall’associazione Babbà al rum i cui proventi sono destinati, sin dalla prima edizione, a sollevare dalle difficoltà economiche famiglie irpine colpite da malattie neoplastiche. Una missione che anno dopo anno continua a dare una mano a persone doppiamente sfortunate sia dal lato economico che da quello della salute. Anche quest’anno i musicisti sono numerosi e di grande valore artistico. Infatti hanno offerto la propria esibizione, presentati da Ottavio Giordano, gli artisti: Enzo Gragnaniello, gli OSANNA, Antonio Onorato trio, Gennaro Porcelli trio, Elisabetta Serio trio, Fiorenza Calogero e Marcello Vitale, Spunky Caps, Peppe Migliaccio, Mirko Gisonte, Pino a Modo Mio Tribute Band, Lino’s Street Circus

Notizie correlate