Viaggio in musica al Cimarosa: domani il secondo appuntamento con la rassegna “D’Autunno”

Un viaggio in musica declinato attraverso tre brani strumentali e quattro arie cantate che vuole mettere in rilievo le peculiarità della musica cameristica e i luoghi di appartenenza. Un’avventura che da Venezia arriva fino a Napoli, passando per Firenze e incrociando l’arte di Vivaldi e Albinoni, Paisiello, Vinci, Donizetti e Veracini.

 Nella rinnovata location dell’Auditorium di piazza Castello, capace di ospitare fino a 400 spettatori, domani, venerdì 6 ottobre andrà in scena «La musica in Italia tra ‘700 e ‘800», concerto cameristico per voce, archi e cembalo sulle musiche di Vivaldi, Albinoni, Paisiello, Vinci, Veracini, Donizetti con Paola Francesca Natale, soprano, Mario Dell’Angelo e Antonella Forino ai violini, Simone Basso alla viola, Antonio Colonna al violoncello, Vincenzo Lo Conte al contrabbasso e Lilly Carafa al clavicembalo.

«La musica italiana tra ‘700 e ‘800» è il secondo appuntamento della nuova rassegna concertistica «D’Autunno – Concerti d’autore al Cimarosa» immaginata dal Conservatorio di Avellino, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmine Santaniello, per omaggiare la grande musica classica in tutte le sue declinazione in un viaggio lungo tre secoli che vedrà come protagonisti i docenti e gli allievi dell’Istituto di Alta formazione musicale esibirsi sul palcoscenico dell’Auditorium «Vitale».

Il programma si svilupperà sulle note del «Concerto in la maggiore per archi e cembalo» di Antonio Vivaldi nei tempi musicali dell’Allegro molto, Andante molto e Allegro. Si proseguirà con la «Sonata III a 5», Grave, Allegro, Adagio, Allegro di Tomaso Albinoni, la «Felicella» di Giovanni Paisiello e il «So li ‘ssorbe» di Leonardo Vinci. Il concerto si concluderà con Overtura, Aria, Paesana, Minuet e Giga dalla «Sonata I per violino e basso continuo» di Francesco Maria Veracini, la «Conocchia» di Gaetano Donizetti e «Aria di Chiarella» tratta da «Gli sposi per accidenti» di Domenico Cimarosa.

Il concerto di venerdì 6 ottobre, alle ore 21, è ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

Per maggiori informazioni telefonare al numero 0825.30622