Concia ed agroalimentare trascinano verso il basso l’export campano

Export in calo in Campania. E’ quanto viene fuori dal Monitor distretti redatto da Intesa San Paolo. La Campania fa registrare alla voce export un -0,8%. Non bastano i contributi positivi che vengono dall’agricoltura della Piana del Sele e dalla mozzarella di bufala campana a compensare i cali di export subiti dall’alimentare di Avellino, dalla concia di Solofra e dall’abbigliamento del Napoletano. Seguono un profilo di crescita invece le conserve di Nocera (+1,9% la variazione tendenziale nel 2016, pari a 18 milioni di euro aggiuntivi).