Petracca: “In arrivo i pagamenti Psr per l’agricoltura bio. In Irpinia settore in crescita”

«L’attenzione alle tecniche sostenibili in agricoltura in Campania si va sempre più affermando. La conferma arriva dal numero crescente di aziende che decide di convertirsi al biologico o di mantenere questo metodo di coltura sulle proprie produzioni. In questa direzione anche in Irpinia si sta registrando un incremento significativo. E le risposte in questo senso non tardano ad arrivare. E’ di queste ore il decreto dell’Agenzia per le erogazioni in Agricoltura che autorizza il pagamento per le pratiche ammesse a finanziamento a valere sulla misura 11 del Psr 2014/2020 dell’annualità 2016 che comprende le tipologie di intervento relative proprio all’agricoltura biologica». Lo annuncia Maurizio Petracca, presidente della Commissione Agricoltura del Consiglio Regionale della Campania.

«Nei giorni scorsi ad Ariano Irpino – aggiunge Petracca – si è tenuto un confronto molto partecipato dedicato proprio alle questioni relative al biologico. Il pagamento delle pratiche Psr è in linea con l’attenzione che in quelle sede ho ribadito da parte di Regione Campani perché è nostro interesse mantenere e ad incrementare la superficie agricola condotta con tecniche sostenibili. L’obiettivo resta quello di conservare ed aumentare la qualità e la fertilità dei suoli agricoli e dell’acqua per rispondere alle nuove esigenze espresse dai consumatori in maniera sempre crescente, quelle di avere sulle proprie tavole prodotti ottenuti attraverso sistemi di produzione ritenuti di maggiore qualità e sostenibilità».

Per gli imprenditori agricoli, poi, una buona notizia arriva dal fronte ministeriale con il riconoscimento del carattere di eccezionalità per i danni alla produzione causati dalle gelate dello scorso aprile.Le imprese agricole che hanno subito danni possono presentare domanda di aiuto entro il 12 dicembre 2017

«Il decreto ministeriale – conclude il presidente Petracca – ha riconosciuto il carattere di eccezionalità di quegli eventi atmosferici all’intero territorio della provincia di Avellino, così come è stato segnalato in avvio dell’istruttoria dalla Regione Campania. Tutti gli imprenditori agricoli irpini, perciò, potranno presentare domanda di aiuto in riferimento ai danni alle produzioni legati alle gelate di aprile».

Notizie correlate