Sindaco (nomina: 25/05/2014): Fausto Picone
Sede: P.zza Del Giudice
Contatti: Tel. 0825 981024
C.a.p.: 83040
Abitanti: 1.147 (M 595, F 552)
Superficie: 5,43 kmq
Altitudine: 579 metri s.l.m.
Da Avellino: 9 km
Guardia Medica: Tel. 0825 973232
Carabinieri: Tel. 0825 983055
Asl: AV 2 tel. 0825 293124

Centro agricolo della medioevale valle del Sabato, posto in posizione dominante sulla valle, l’abitato sovrasta la sottostante conca del Calore. Fu feudo di numerose famiglie nel corso dei secoli, tra cui i Caracciolo, i Cardone e i Filangieri. Candida deriva dal latino Candidus, che potrebbe essere un nome di persona, oppure potrebbe riferirsi anche alla posizione del luogo, chiara e aperta, essendo collinare.

Da visitare
Nel centro di Candida sono visibili edifici coi portali in pietra finemente decorati attribuibili ad artigiani locali del XVIII e del XIX secolo. Si consiglia la visita al rinascimentale Palazzo dei Filangieri, costruzione del cinquecento a due piani con la caratteristica loggetta, ai resti del castello medievale costriuto in epoca normanna, di cui solo due torri cilindriche sono visibili tra le strade del centro storico, alla Villa D’Amore (antico casino di caccia dei Caracciolo)ubicata sulla via che conduce a Montefalcione. Interessanti sono anche, la Parrocchiale di Santa Maria Assunta in Cielo che presenta la facciata con un portale in pietra e decorazioni barocche sormontato al centro da un dipinto raffigurante l’Assunta, la torre campanaria e le sue campane fuse nell’Ottocento. Al suo interno si trova un altare marmoreo del settecento ed alcune statue lignee policrome di santi, la settecentesca chiesa dell’ex Monastero di Montevergine, nella quale si conserva la lastra sepolcrale di Filippo Filangieri di stile gotico ed il Monastero Verginiano annesso che ospita un suggestivo chiostro circondato da portici, al centro del cortile si erge un artistico pozzo monumentale del 1600. Da citare l’antico castello medievale a pianta trapeizolidale di cui restano visibili alcuni tratti delle cinte murarie e due delle quattro torri angolari.

Feste e sagre
Patrono San Filippo Neri 26 maggio – Madonna del Buon Consiglio e Sant’Antonio da Padova penultima settimana di agosto. Per informazioni pro-loco, Corso Umberto I, 16. Mercato settimanale: Sabato.