Solidarietà bipartisan per l’ingegnere Ragucci

Solidarietà bipartisan per l’ingegnere Ragucci
Il suo arresto ha fatto molto rumore a Cervinara. Insieme ad un altro tecnico del paese, Gerardo Befi, è finito agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta ‘Biopower’ anche l’ingegnere Giuseppe Ragucci, consigliere comunale di opposizione. Storico dirigente di Alleanza Nazional…

Solidarietà bipartisan per l’ingegnere Ragucci

Il suo arresto ha fatto molto rumore a Cervinara. Insieme ad un altro tecnico del paese, Gerardo Befi, è finito agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta ‘Biopower’ anche l’ingegnere Giuseppe Ragucci, consigliere comunale di opposizione. Storico dirigente di Alleanza Nazionale, Ragucci alle ultime elezioni politiche è stato anche inserito nella lista – seppure in una posizione ‘non utile’ – dei candidati al Parlamento per il Popolo della Libertà. L’inchiesta, com’è noto, vede coinvolte una trentina di persone in tutta Italia. Tra gli indagati figurano anche personalità di spicco come l’assessore regionale – e candidato alle prossime elezioni europee per il Pd – Andrea Cozzolino e il capo della segreteria di Antonio Bassolino, Sergio Nappi. Le accuse dei magistrati sono relative alla realizzazione di una centrale per la produzione di energia sfruttando le biomasse relative al comune di Pignataro Maggiore, in provincia di Caserta. La notizia, ovviamente, ha fatto ben presto il giro della cittadina caudina. E, subito, è scattata la solidarietà bipartisan da parte degli altri rappresentanti del consiglio comunale cervinarese. Sia da parte dei colleghi di minoranza – in primis il capogruppo Sergio Clemente – sia dai settori della maggioranza. Tutti hanno posto l’accento sul lavoro “senza macchia” portato avanti da Ragucci nel suo incarico da dirigente presso il settore Attività Produttive della Regione Campania. Allo stesso tempo, si dà “massima fiducia” alla magistratura affinché faccia il suo corso. Vedremo come evolverà la vicenda nei prossimi giorni.

Notizie correlate