Sindaco (nomina: 25/05/2014): Carmine De Angelis
Sede: Via Forno
Contatti: Tel. 0825 985076
C.a.p.: 83040
Abitanti: 2.277 (M 1.105, F 1.172)
Superficie: 24,56 kmq
Altitudine: 700 metri s.l.m.
Da Avellino: 12 km
Guardia Medica: Tel. 0825 973232
Carabinieri: Tel. 0825 985055
Asl: AV 2 tel. 0825 293124

Le origini del paese risalgono all’XI secolo e nel Medioevo appartenne a diverse famiglie feudatarie. Immerso tra rigogliose colline che offrono verde e aria salubre, vi sorgono le acque del torrente Vallone Grande. Chiusano probabilmente deriva dal nome latino di persona Clasius, a cui si aggiunge il suffisso -anus che indica appartenenza. L’aggiunta “San Domenico” è successiva e si riferisce non al patrono del paese (come si potrebbe credere), ma al santo a cui è dedicata una chiesa del luogo. Secondo la tradizione, invece, il nome deriva da un tempio dedicato a Giano, che nei periodi di pace era clausus, ossia chiuso. Da qui clausus Jani. Città natale del giornalista Carlo Nazzaro.

Da visitare
Si consiglia la visita al: palazzo Carafa costruito nel 1682 con una torre quadrangolare, l’edificio fu anche adibito a carcere per qualche periodo. Al palazzo Buono, anch’esso costruito intorno alla metà del XVII sec., presenta un artistico portale in pietra ed un loggiato con arcate in stile gotico. L’architettura religiosa comprende le chiese di S. Maria degli Angeli, del Rosario, S. Domenico, situata sul monte omonimo, di S. Giuseppe e della Cappella di S. Michele. La prima, come del resto quella di S. Giuseppe, risale al settecento e conserva al suo interno numerose opere d’arte quali: un artistico altare maggiore in marmi policromi intarsiati, la cappella di S. Michele, la torre campanaria che conserva due campane in bronzo fuse nel 1866. Il Rosario custodisce due meravigliose tele raffiguranti “L’Assunta con S. Luca” e “La Vergine”. S. Domenico conserva alcuni affreschi settecenteschi e la “Tomba della nobile Principessa Maria Carafa”. Da visitare infine l’Eremo di S. Maria della Valle, risalente agli inizi del XIII secolo con i resti di un antico affresco raffigurante la Vergine Maria. In località Piedicastello la Cappella di S. Michele, costruita nel XVI secolo, dove si custodisce di una settecentesca statua in pietra scolpita raffigurante S. Michele.

Feste e sagre
Patrono San Michele Arcangelo 8 maggio – Sagra del maiale gennaio – Sagra del maiale e pasta fatta a mano luglio e agosto. Per informazioni pro-loco Chiusanese, via Carcere tel. 082532691. Mercato settimanale: Mercoledì.