Sindaco (nomina: 25/05/2014): Michele Spinazzola
Sede: P.zza della Repubblica
Contatti: Tel. 0825 472085
C.a.p.: 83030
Abitanti: 1.920 (M 957, F 963)
Superficie: 20,71 kmq
Altitudine: 240 metri s.l.m.
Da Avellino: 42 km
Guardia Medica: Tel. 0825 441939
Carabinieri: Tel. 0825 441055
Asl: AV 1 tel. 0827 23155

Piccolo centro il cui nome originario era Melito Valle Bonito. Il nome attuale deriva dal latino Malus, ossia albero di mele, a cui si aggiunge il suffisso -etum. Un’altra ipotesi (poco credibile) vuole che il nome derivi da Melae, un’antica città sannita. Per distinguere il comune dagli altri omonimi è stato aggiunto al nome l’aggettivo “Irpino”, identificativo della zona. La sua prima citazione in un documento risale al XII sec. Il centro è di origine medievale, ma sicuramente vanta origini ben più remote, dal momento che è più volte citata come città sannitica da Tito Livio in alcune delle sue opere.

Da visitare
Nel Centro Storico di Melito Vecchia, abbandonato dopo il sisma del 1962, ma facilmente raggiungibile dal nuovo centro abitato, sono visibili i resti di alcune unità abitative ottocentesche, l’intero borgo è dominato dai ruderi dell’imponente Castello Medioevale di epoca Normanna e rifatto in età Aragonese con le torri cilindriche. L’edificio si sviluppa su due livelli superiori con mura di notevole spessore, si possono ammirare inoltre le torri cilindriche poste agli angoli della sua pianta. Poco distante si trovano i resti della chiesa dell’Incoronata ad una sola navata, con la sua volta riccamente decorata con stucchi policromi, essa è caratterizzata dalla possente facciata in pietra, in corrispondenza dell’abside si eleva il campanile suddiviso in tre livelli con monofore archivoltate su tutti i lati. Nei pressi di Melito è anche presente un’area archeologica, scoperta intorno alla fine dell’800, composta da una necropoli con tombe di tegole “alla cappuccina”; una villa rustica con ambienti decorati in stile pompeiano, un complesso termale, un edificio culturale a pianta quadrata, i resti di un Acquedotto e numerose iscrizioni di età romana tardo-repubblicana.

Feste e sagre
Patrono Sant’Egidio abate 1 settembre – Sagra del cecatiello, coniglio e salsiccia agosto. Per informazioni pro-loco Melito Irpino, piazza Del Garofano. Mercato settimanale: Giovedì.