Sindaco (nomina: 25/05/2014): Francescantonio Capone
Sede: Via Municipio
Contatti: Tel. 0825 438077
C.a.p.: 83036
Abitanti: 7.684 (M 3.801, F 3.883)
Superficie: 33,92 kmq
Altitudine: 372 metri s.l.m.
Da Avellino: 33 km
Guardia Medica: Tel. 0825 447219
Carabinieri: Tel. 0825 447055
Asl: AV 1 tel. 0827 23155

Sul territorio di Mirabella Eclano si sono susseguiti, nel corso dei secoli, quattro nuclei: Eclano, Quintodecimo, Acquaputida e Mirabella. Eclano (Aeclanum) era una città sorta all’epoca dei sanniti, situata tra le Vie Herdonitana e Aurelia Aeclaensis. Il termine “Mirabella” deriva, secondo alcuni dall’unione di mira, con il significato di “guardare”, e bellum, in riferimento alla bellezza del luogo. Secondo altri il termine bellum, non va interpretato come aggettivo, ma come sostantivo, con il significato di “guerra”, in riferimento alle battaglie avvenute nel periodo romano. Il termine “Eclano” deriva da Aeclanum, antico centro sannita sito in zona.

Da visitare
Le chiese di S. Francesco, S. Maria Maggiore, Annunziata, e S. Bernardino. L’Annunziata con statue ottocentesche in cartapesta che rappresentano i Misteri, mentre S. Francesco, costruita nella seconda metà del XVIII secolo, è nota per l’organo e il coro ligneo. S. Maria Maggiore, risalente al ‘700, custodisce numerose opere tra le quali un crocifisso ligneo romanico della seconda metà del XII secolo, una fonte batesimale romanica dello stesso periodo, un interessante manoscritto musicale in scrittura beneventana riccamente decorato. San Bernardino, infine, custodisce decorazioni in stucco e numerose tele del ‘700. L’edilizia civile è per lo più costituita dai Palazzi Cappuccio, Ciani, De Bellis e Sorrentino. Le ricerche effettuate all’interno dell’Area Archeologica, in località Grotte di Passo, che comprendono anche la Necropoli eneolitica della Madonna delle Grazie, hanno consentito di riportare alla luce, una Domus di tipo pompeiano, botteghe, abitazioni private, un lungo tratto di mura e di strada lastricata, i resti di un complesso termale, la piazza del Macellum, e infine i resti di una Basilica paleocristiana con annesso Battistero.

Feste e sagre
Patrono Madonna del latte 2 febbraio – Fiera della candelora 2 febbraio – Fiera del carro, lunedì successivo alla terza domenica di settembre – Sagra della pannocchia primo sabato e domenica di settembre. Per info: pro-loco “Aeclanum”, via S. Pietro, 9 tel. 0825431116. Mercato settimanale: Domenica.