Sindaco (nomina: 25/05/2014): Angelo Marallo
Sede: Via Melfi
Contatti: Tel. 0825 981031
C.a.p.: 83050
Abitanti: 663 (M 330, F 333)
Superficie: 3,24 kmq
Altitudine: 546 metri s.l.m.
Da Avellino: 10 km
Guardia Medica: Tel. 0825 626117
Carabinieri: Tel. 0825 981031
Asl: AV 2 tel. 0825 293124

Centro agricolo del Terminio il cui nome deriverebbe dal termine “padula”, che sta ad indicare la campagna coltivata; altri studiosi però sostengono che provenga da un “Praedium Paulisium”. è conoscuito anche perchè patria del scrittore e docente universitario Domenico Sarno.

Da visitare
Il primitivo borgo apparteneva al feudo di San Barbato della vicina Manocalzati, passato successivamente alla famiglia Filangieri, entrò a far parte della baronia di Candida per circa due secoli, successivamente passo di proprietà a varie casate, nel 1791 fu acquisita ai beni feudali dei marchesi si Salza fino all’abolizione della feudalità nel 1806. Si consiglia la visita del Centro Storico che, nonostante la ricostruzione avvenuta in seguito al terremoto del 1980, conserva molti tratti caratteristici del borgo originario, quali stradine lastricate, cortili caratteristici, portali in pietra, loggiati e finestre. Da segnalare sono anche la Torre Campanaria su tre livelli con una terminazione a cuspide piramidale, costruita intorno al ‘600 visibile da ogni punto del centro abitato, l’annessa chiesa di S. Vitaliano risalente al XVII secolo, recentemente ristrutturata, conserva ancora l’antico portale finemente decorato, al suo interno a tre navate si notano alcune statue lignee tra cui il crocefisso posto alle spalle dell’altare maggiore ed interessanti arredi sacri, si consiglia in fine di visitare la chiesa di S. Maria delle Grazie costruita nell’800 oggi utilizzata dalla comunità come luogo di riunione e preghiera.

Feste e sagre
Patrono S. Rocco 16 agosto. Per informazioni pro-loco Via nazionale, 81.