Sindaco (nomina: 31/05/2015): Mariateresa Fontanella
Sede: Via Pennetti, 2
Contatti: Tel. 0825 981053
C.a.p.: 83050
Abitanti: 583 (M 287, F 296)
Superficie: 8,01 kmq
Altitudine: 480 metri s.l.m.
Da Avellino: 10 km
Guardia Medica: Tel. 0825 626117
Carabinieri: Tel. 0825 981065
Asl: AV 2 tel. 0825 291111

Sorbo Serpico fu fondato probabilmente da coloni romani stabilitisi nei pressi di Abellinum e venne citato per la prima volta in un documento del 1146. Il suo nome deriva dal sorbo, ossia la pianta diffusa nelle regioni mediterranee. Il termine “Serpico”, invece, deriva dal nome latino di persona Serpicus, oppure da serpeus (serpente), in riferimento alla presenza di un luogo di culto dedicato a Serapide.

Da visitare
Si consiglia la visita al Centro Storico, che comprende i Palazzi Brancaccio-Scarpa, Amatucci e Titomanlio, e il Castello medievale. Quest’ultimo, costruito in epoca longobarda e situato sul colle Serpico, domina i ruderi del precedente centro abitato. Il Palazzo Brancaccio, risalente al XVII sec., presenta un bel portale e il cortile interno lastricato, mentre quello Titomanlio ha un bel giardino sul retro e uno splendido cortile interno. Palazzo Amatucci, invece, risale ai primi del XIX secolo e conserva un artistico portale con particolari decorazioni, al suo interno si trova un piccolo giardino pensile. Gli edifici religiosi più importanti da ricordare sono: la chiesa dei Santi Nomi di Gesù e Maria edificata nella prima metà del ‘700 conserva lcune statue policrome 700/800 una volta dipinta con raffigurazioni di eventi riguardanti la vita della Madonna, un altare in legno scolpito del’600 in stile batocco. La chiesa dell’Annunziata oggi di proprietà comunale, risale agli inizi del XVIII sec. e fu utilizzata come cappella privata dei Brancaccio-Scarpa al suo interno troviamo alcuni dipinti del 700 tra cui un S. Matteo attribuito a Tomajoli. Citiamo in fine la chiesa della Madonna della Neve edificata nel XVI sec. custode di una interessante Madonna con bambino del XVII sec.

Feste e sagre
Patrono San Martino 11 novembre – Sagra della coccetella agosto – Sagra della castagna novembre. Per informazioni pro-loco c/o Comune.