Sindaco (nomina: 25/05/2014): Nunzio Donnarumma
Sede: Via S. Lucia,10
Contatti: Tel. 0825 998071
C.a.p.: 83010
Abitanti: 889 (M 424, F 465)
Superficie: 5,97 kmq
Altitudine: 250 metri s.l.m.
Da Avellino: 18 km
Guardia Medica: Tel. 0825 991655
Carabinieri: Tel. 0825 967055
Asl: AV 2 tel. 0825 293124

Cittadina di origine longobarda, fu feudo del conte di Ariano, che a lungo lo contese con i conti di Avellino. Il suo nome scaturisce dalla natura tufacea della collina sulla quale si trova, che, secondo i recenti ritrovamenti archeologici, fu sicuramente frequentata in epoca preistorica.

Da visitare
L’importante Centro Storico medioevale, all’area di Mulino Giardino, attuale sede di un complesso di archeologia industriale: le miniere di zolfo al suo interno, scoperte nel 1866 da Francesco Di Marzo, scendono nel sottosuolo fino a oltre 300 metri di profondità. Il borgo presenta ancora numerose caratteristiche medievali. Notevoli sono le chiese di S. Maria Assunta e di S. Michele. La chiesa di S. Michele è situata poco fuori dell’abitato, e presenta una struttura rupestre che ha al fondo l’altare con la statua dell’Arcangelo. S. Maria Assunta, a cui è annesso un Oratorio, presenta un impianto settecentesco e risulta fortemente danneggiata dal sisma del 1980 ; attualmente in restauro, conserva ancora la facciata, le torri campanarie e fronteggiata da una fontana del XVIII secolo. All’ingresso di Tufo si trova il Palazzo Di Marzo, maestoso complesso architettonico con un’alta torre ed un sistema di mura difensive di origine aragonese, è arricchito da tipiche cantine ottocentesche, che è possibile visitare di solito durante il periodo delle “Cantine aperte”, nel mese di giugno. Nella parte più alta di Tufo si trova, infine, il Castello Medioevale. Del maniero sono tuttora visibili le tre torri cilindriche e le cortine murarie perimetrali intermedie.

Feste e sagre
Patrono San Michele Arcangelo 8 maggio – Sagra del Greco di Tufo ultima settimana di Settembre. Per informazioni pro-loco c/o Via IV Novembre, 65.