Giornate Europee del Patrimonio, ecco cosa visitare il 23 e 24 settembre in Irpinia

Sabato 23 e domenica 24 settembre torna l’appuntamento con le Giornate Europee del Patrimonio. L’iniziativa, promossa dal Consiglio d’Europa con il sostegno della Commissione Europea, ha quest’anno un tema centrale di grande attualità: “Cultura e Natura”.

L’obiettivo è porre l’attenzione sullo stretto legame che unisce l’uomo e l’evoluzione della sua cultura al territorio e all’ambiente che lo circondano.

Ecco gli appuntamenti in Irpinia.

Ad Avellino, presso l’ex Carcere Borbonico, si può partecipare a “Cultura e natura: il ciclo dei mesi”, evento che porta alla scoperta e all’approfondimento dei prodotti tipici irpini, in particolare del vino, attraverso documenti, opere d’arte, percorsi sensoriali e degustativi. Non manca inoltre l’intrattenimento musicale con il concerto del Sator DUO previsto sabato 23 settembre alle 19.00 e a seguire canti popolari della tradizione irpina.

Numerose e interessanti le iniziative anche in provincia.

A Mercogliano, presso la Biblioteca Statale di Montevergine, “Incunaboli in mostra”, dalle 9.00 alle 13.00, sono a disposizione dei visitatori 8 dei 35 incunaboli di proprietà della Biblioteca; ad Atripalda invece, sabato 23 e domenica 24, dalle 9.00 alle 13.00, al Parco Archeologico di Abellinum, è possibile effettuare visite guidate gratuite alla scoperta dei fregi, degli stucchi e degli affreschi a tema naturalistico che abbelliscono la Domus. Inoltre, sabato 23 settembre nel centro storico di Capo La Torre si svolge la 18a edizione di “Giullarte”, la manifestazione degli artisti di strada organizzata dal Comune di Atripalda. Questa può essere la giusta occasione, vista la concomitanza con le Giornate Europee del Patrimonio, per effettuare visite guidate alla cripta della Collegiata di S.Ippolisto e ai resti della Basilica Paleocristiana (dalle 20.00 alle 23.00).

Mirabella Eclano il 23 settembre sono previste visite guidate gratuite dalle 9.00 alle 18.30 presso il Parco Archeologico di Aeclanum. Prevista inoltre l’apertura serale straordinaria (19.30 – 22.30) e uno spettacolo musicale a cura dell’Istituto Superiore “Aeclanum”.

Sabato 23 settembre rimane eccezionalmente aperto dalle 20.00 alle 23.00 anche l’Antiquarium di Ariano Irpino. Il percorso tematico pensato per i visitatori, dal titolo “I segni della Natura nella ceramica arianese”, accompagna alla scoperta delle ceramiche locali dalla preistoria all’età medievale.

Visite guidate anche al Museo Civico Archeologico di Bisaccia dove è possibile riscoprire la storia delle genti vissute tra la prima e la seconda età del Ferro nella valle dell’Osento. Le visite sono possibili durante tutto il fine settimana dalle ore 11:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 19:00.

Notizie correlate