Nuova Rc auto: con la manovra si attendono forti sconti al Sud

rc auto

Il Governo, nell’ambito della manovra economica 2019 varata a metà ottobre, ha puntato anche alla riforma della Rc auto, con l’obiettivo di ridurre il divario di costi esistente tra Nord e Sud.

Nonostante non sia ancora noto un testo di legge che chiarisca al meglio come gli obiettivi annunciati saranno effettivamente raggiunti, quello che ci si aspetterebbe è una tariffa unica nazionale che ovviamente farebbe lievitare i costi delle assicurazioni auto nel Settentrione agevolando economicamente in maniera molto netta quelle sottoscritte nel  Meridione.

Una sorta di assicurazione sulla patente, dunque, qualunque sia il veicolo utilizzato e dove venga assicurato.  E chi guida al Sud potrebbe usufruire di grossi sconti, ribaltando completamente il quadro assicurativo attualmente valido.

A tal proposito, la simulazione del portale sostariffe.it, basata sui dati diffusi dal sole24ore.com, evidenzia che un’azione di questo tipo condurrebbe a un aumento dei premi fino al 40% a Bolzano, e a un decremento di ben il 65% a Napoli. L’indagine ha preso in esame sei città italiane tra quelle che subirebbero le maggiori variazioni rispetto ai prezzi attuali: tre del Nord (Bolzano, Aosta e Cuneo) e tre del Sud (Reggio Calabria, Caserta e Napoli). Al Sud si avrebbero prezzi convenienti come non mai.

Sul podio come detto gli automobilisti di Napoli (-65%), a seguire quelli di Caserta (con un risparmio del 59,96%) e sul terzo gradino quelli di Reggio Calabria (dove il calo dei prezzi sarebbe di circa 54,4%).

Lo studio in questione, comunque, sottolinea infine come a partire dal 2015 a oggi le tariffe medie dei premi assicurativi siano in fase calante, in modo particolare proprio nelle città del Centro-Sud della Penisola.

Notizie correlate