Ritirati dal mercato filetti di acciughe contenenti istamina: dal Ministero della Salute invito a non consumarli

acciughe ministero salute

E’ arrivato un nuovo ordine di ritiro dal mercato da parte del Ministero della Salute. Il prodotto incriminato questa volta è il vasetto da 80g contenente filetti di acciughe in olio d’oliva della marca Athena, attenzione quindi al lotto di produzione identificato come segue: SK343A  e con scadenza 08/06/2018.

I vasetti identificati con il codice appena indicato sono stati prodotti in uno stabilimento di Agadir, in Marocco, sono stati poi importati da Sea Fish Spa di Ospiate di Bollate (Milano) e distribuiti dalla catena Eurospin Italia.

Il motivo del richiamo è dovuto all’accertamento di rischio chimico determinato dalla rilevata presenza di istamina oltre il limite consentito.

L’istamina è una sostanza tossica che ha origine dalla degradazione dell’istidina, un amminoacido abbondante nel tonno, negli sgombri e in altri pesci della stessa famiglia. La cattiva conservazione del pesce ne è la causa primaria.

L’istamina provoca la sindrome sgombroide, ovvero un’intossicazione che si manifesta con arrossamento, prurito, mal di testa, difficoltà a deglutire, nausea, vomito e diarrea. I sintomi compaiono nel giro di pochi minuti e comunque entro un paio d’ore dal consumo dell’alimento contaminato e nella maggior parte dei casi non richiedono l’intervento del medico, ma non è da sottovalutare.

Il Ministero della Salute invita quindi a non consumare il prodotto e riportarlo presso il punto di vendita.

Notizie correlate