Vita sedentaria e danni posturali: La scelta di una sedia da ufficio ergonomica diventa fondamentale

A differenza di un tempo lontano in cui le attività lavorative si svolgevano prettamente all’aria aperta ed in movimento, il nostro tempo con l’avvento dell’era industriale ha portato un aumento spropositato delle ore nelle quali la parola d’ordine è sedentarietà.

Le attività lavorative moderne vedono milioni di persone immobili su una sedia concentrate davanti ad uno schermo. Ma mentre ci si concentra sullo schermo non ci si rende conto che passare molte ore della giornata senza fare attività fisica significa fare invecchiare precocemente il corpo.

Infatti, sono molteplici i problemi che una vita sedentaria può causare oltre all’aumento di peso a causa delle poche calorie che il corpo brucia quando non si muove.

Una importante ricerca ha evidenziato che il pancreas delle persone che stanno sedute per molte ore al giorno secerne quantità superiori anche de doppio rispetto ai soggetti che svolgono attività dinamiche.

Tale aumento di insulina può portare nel lungo periodo ad ammalarsi di diabete. Anche il sistema cardiocircolatorio non trae affatto benefici da uno stile di vita sedentario, infatti lo scorrere più lento del sangue ed il bruciare pochi grassi da parte dei muscoli aumentano la possibilità di contrarre malattie cardiocircolatorio.

Ma le tante ore su una sedia comportano anche danni alla spina dorsale che da una fisiologica forma ad S assume una innaturale forma a C con il conseguente possibile schiacciamento delle vertebre o l’insorgenza di dolori. Inoltre, i muscoli perdono tonicità e specialmente gli addominali ed i glutei tendono a diventare flaccidi, mentre le anche perdono la loro capacità di flessione determinando un irrigidimento che accorcia il passo.

Non ultime le caviglie che stando ferme in una posizione che non le sottopone ad alcun lavoro si atrofizzano manifestando anche un gonfiore diffuso nella parte bassa delle gambe.

Sarebbe quindi opportuno non restare seduti per tutto il tempo lavorativo, ma cercare di fare delle pause nelle quali alzarsi oppure esercitarsi a puntare i piedi sul pavimento e fare pressione con le punte in modo da distendere i muscoli.

Inoltre, per evitare contratture del collo e infiammazioni della cervicale bisognerebbe inclinare e ruotare la testa.

Insomma, dalla testa ai piedi, passando per apparato digerente e anche, la vita sedentaria alla quale le ore lavorative obbligano può essere la causa di molti problemi e per questo risulta essere fondamentale scegliere delle sedie da ufficio ergonomiche che abbiano un’imbottitura comoda oltra ad un sostegno lombare regolabile ed un buon appoggio per la schiena.

Tenendo in considerazione questi criteri per la scelta di una sedia da ufficio si potranno prevenire molti problemi di postura.

In Italia l’attenzione riservata alla postura non solo per i lavoratori, ma anche per gli studenti è ancora bassa al contrario di quanto accade nel resto d’Europa dove c’è molto interesse nei confronti dei problemi che le lunghe ore passate su una sedia possono causare.

Tuttavia, sta aumentando l’attenzione all’aspetto posturale soprattutto da parte delle aziende produttrici di sedie da ufficio che stanno aumentando il numero di prodotti ergonomici anche nel design sportivo e giovane in modo che possano essere inseriti facilmente anche negli ambienti in cui i ragazzi studiano.