Zaini pesanti e problemi posturali: cosa fare per la salute dei bambini?

Molti genitori sottovalutano l’importanza di salvaguardare la salute del proprio bambino, soprattutto in relazione alla postura e al continuo trasporto dello zaino. Delizia per i più piccoli, che lo scelgono con cura e attenzione, facendolo rispondere alle proprie esigenze estetiche e spesso alle mode del momento, croce per mamma e papà, che lo devono caricare di materiale di ogni tipo viste le sempre crescenti esigenze didattiche, lo zaino può rappresentare seriamente un problema nel momento in cui se ne sottovaluta l’importanza.

Zaini sempre più pesanti rispetto al passato insieme a posture scorrette di giornate sedentarie possono infatti arrecare fastidi alla schiena dei bambini. Fondamentale ricordare che il peso di ogni zaino non dovrebbe mai superare il 10% di quello corporeo e che è corretta abitudine trasportarlo su entrambe le spalle, in modo che il carico resti bilanciato.

Nell’acquisto è importante valutare che sia prodotto in tessuto leggero, in maniera che non si aggiunga ulteriore peso a quello dei libri, nonostante gli ortopedici preferiscano consigliare il sempre pratico e meno dannoso trolley. Quali sono i rischi per i bambini nel portare quotidianamente pesi troppo pesanti? Gli esperti ortopedici annoverano questo elemento tra i motivi principali dello sviluppo della scoliosi, per non parlare della lombalgia oppure dell’aumento del rischio di contratture muscolari derivanti dalla posizione del collo “in avanti”, tipica di deve trasportare pesi sulla schiena.

A ciò spesso si aggiungono atteggiamenti posturali scorretti, come la tendenza a studiare sul letto e a non utilizzare correttamente la scrivania, che al contrario deve consentire al bambino di stare con schiena e collo dritti, agendo sull’altezza delle sedute. La mattina a scuola, il pomeriggio a casa a studiare oppure davanti a un computer: il rischio di vita sedentaria è elevato.

Cosa fare quindi? La ricetta più facile ed efficace è quella da sempre, giustamente, decantata: fare attività fisica nel tempo libero. Sembra scontato ma così non è. Aumenta la possibilità di socializzazione con altri coetanei, si accrescono elementi utili del vivere sociale come il rispetto dell’altro e delle regole, si scaricano ansia e tensioni, si spezza l’abitudine a stare sempre seduti e si sciolgono i muscoli, rinvigorendoli. Cosa chiedere di più?