Castelluccio (Fi): tutelare bacino idrografico

Castelluccio (Fi): tutelare bacino idrografico
“La disponibilità dell’assessorato al’Ambiente della Regione Campania ad affrontare le problematiche dei territori del bacino idrografico di Caposele-Conza-Volturara, questioni che ho posto in alcune mie interrogazioni e che un mio disegno di legge regionale ambisce a risolvere, c’è tutto e devo dar…

Castelluccio (Fi): tutelare bacino idrografico

“La disponibilità dell’assessorato al’Ambiente della Regione Campania ad affrontare le problematiche dei territori del bacino idrografico di Caposele-Conza-Volturara, questioni che ho posto in alcune mie interrogazioni e che un mio disegno di legge regionale ambisce a risolvere, c’è tutto e devo dare atto di un impegno fattivo e efficace ai responsabili del Settore Ciclo Integrato delle Acque di un impegno fattivo e efficace”. Così il consigliere regionale di Forza Italia Roberto Castellucio a margine di un incontro svoltosi oggi presso il Settore Ciclo Integrato delle Acque dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Campania convocato in materia di regolamentazione dell’uso delle acque del bacino idrografico Caposele-Conza-Volturara, presenti, tra gli altri, oltre ai dirigenti del Settore, il Presidente della Comunità Montana Alta Irpinia Giuseppe di Milia, il sindaco di Conza Vito Farese , l’ assessore all’ambiente del comune di Conza Vito Cappiello e . Il consigliere comunale di Caposele Ettore Spatola. “Si tratta di un territorio – ha ricordato Castellucio – che cede già dai primi del ‘900 la sua più importante risorsa alla Puglia, subendo un significativo depauperamento dei luoghi senza alcun indennizzo o riconoscimento materiale. Ho chiesto, e su questo ho già potuto constatare la massima disponibilità dell’assessorato, l’istituzione di un Tavolo tecnico per valutare insieme tutti quegli elementi utili perché il disegno di legge regionale che ho depositato in commissione Ambiente possa trovare una più compiuta e condivisa formulazione, in tempi brevi e nell’interesse di un più razionale uso delle risorse territoriali e delle relative comunità. Sono convito, dando atto all’assessore Ganapini di grande competenza e profonda onestà intellettuale, che la Regione farà la sua parte e che a breve, anche grazie all’impegno già assicuratomi dal ministero dell’Ambiente, potremo cominciare a raccogliere i primi risultati concreti”.

Notizie correlate