Elezioni, in moto la macchina organizzativa

Elezioni, in moto la macchina organizzativa
Si mette in moto la macchina per le elezioni del 6 e 7 giugno, quando i cittadini saranno chiamati a votare per le europee e, in molte località, per le amministrative (provinciali e comunali). Entro il 23 aprile, infatti, dovranno essere convocati i comizi elettorali, con appositi provvedimenti pred…

Elezioni, in moto la macchina organizzativa

Si mette in moto la macchina per le elezioni del 6 e 7 giugno, quando i cittadini saranno chiamati a votare per le europee e, in molte località, per le amministrative (provinciali e comunali). Entro il 23 aprile, infatti, dovranno essere convocati i comizi elettorali, con appositi provvedimenti predisposti dai Prefetti. E già tra domenica e lunedì, intanto, scade, per quanto riguarda le europee, il termine per depositare i contrassegni di lista presso il ministero dell’Interno. A seguito del decreto del Viminale sulla determinazione della data del voto, emanato il primo aprile scorso, è stata diramata una comunicazione ai Prefetti perchè possano predisporre i provvedimenti per la convocazione dei comizi elettorali entro il quarantacinquesimo giorno precedente il voto. Il 23 aprile, appunto. In questa data scatteranno ufficialmente le operazioni preelettorali, con l’affissione, in tutti i Comuni interessati dalle consultazioni, del manifesto firmato dal sindaco con cui si informano gli elettori della data di svolgimento delle elezioni, e dell’eventuale turno di ballottaggio, e con la pubblicazione del manifesto con l’annuncio dell’avvenuta convocazione dei comizi. Quanto ai contrassegni di lista, per le europee dovranno essere depositati dalle ore 8.00 di domenica 19 aprile alle ore 16.00 di lunedì 20. Per le amministrative, invece, il termine per depositare le candidature presso gli uffici elettorali è fissato tra le ore 8 dell’8 maggio e le 12 del giorno successivo.

Notizie correlate