MPA: Collegio di Vallata, candidato Frank Netti

MPA: Collegio di Vallata, candidato Frank Netti
Frank Netti, imprenditore nel mondo della stampa, è il candidato del Mpa nel collegio di Vallata che comprende i comuni di Carife, Castel Baronia, San Nicola Baronia, San Sossio Baronia, Scampitella, Trevico, Vallata e Vallesaccarda. ‘Da anni impegnato come imprenditore – spiega Netti –, avvertivo…

MPA: Collegio di Vallata, candidato Frank Netti

Frank Netti, imprenditore nel mondo della stampa, è il candidato del Mpa nel collegio di Vallata che comprende i comuni di Carife, Castel Baronia, San Nicola Baronia, San Sossio Baronia, Scampitella, Trevico, Vallata e Vallesaccarda. ‘Da anni impegnato come imprenditore – spiega Netti –, avvertivo la mancanza di un movimento politico realmente capace di rappresentare gli interessi e le istanze delle piccole aziende del Mezzogiorno. Il Movimento per le Autonomie di Raffaele Lombardo è una realtà che, nei suoi primi anni di vita, ha dimostrato di avere un progetto lungimirante per favorire lo sviluppo delle regioni meridionali. Il federalismo fiscale, la fiscalità di vantaggio e una seria politica infrastrutturale, sono obiettivi sostenuti con determinazione dal Mpa che, una volta realizzati, creeranno le condizioni per la ripresa dell’economia irpina.’ ‘Frank Netti – dichiara Arturo Iannaccone – rappresenta quella classe di piccoli e medi imprenditori meridionali che, dimostrando grande coraggio, continua a investire nonostante sia costretta ad affrontare enormi difficoltà economiche, finanziarie nonché strutturali. Non a caso, in sede parlamentare, il gruppo del Mpa si è battuto con determinazione per ottenere che l’85% dei fondi FAS venga destinato esclusivamente al Mezzogiorno e si è speso per favorire l’accesso al credito delle aziende chiamate ad affrontare la grave crisi congiunturale. Con Frank Netti e con tutti i nostri sostenitori delle comunità del Collegio, il Mpa si radica ulteriormente in Baronia e potrà così ottenere un ampio consenso elettorale. Sono convinto – conclude Iannaccone – che tutti insieme potranno avere un valido rappresentante a Palazzo Caracciolo.’

Notizie correlate