Controlli a tappeto nelle carceri irpine: sostanze stupefacenti occultate ad Ariano, un cellulare ad Avellino

Operazione antidroga brillantemente conclusa nella Casa Circondariale di Ariano Irpino. Il personale di Polizia Penitenziaria in servizio, coadiuvato dalle unità cinofile del distaccamento di Benevento, hanno rinvenuto all’interno dell’Istituto circa 30 grammi di sostanze stupefacenti occultati nelle parti intime di tre detenuti.

La notizia è stata fornita dal Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, per voce del Segretario Nazionale per la Campania Emilio Fattorello: “Successivamente i controlli si sono estesi su altri settori del carcere, come ad esempio i colloqui, dove sono state rinvenute altre modiche quantità di sostanze stupefacenti. Inoltre, qualche giorno fa un altro cellulare è stato sequestrato dagli uomini del corpo in servizio presso la Casa Circondariale di Avellino”.

Da tempo – prosegue Fattorello – il detenuto F.C. di circa 30 anni, definitivo, era monitorato e controllato. L’uomo ha nascosto il cellulare ai controlli del personale, ma grazie all’azione incessante di controllo continuo, prima del suo trasferimento in un altro Istituto della regione Campania, è stato costretto a disfarsi dell’apparecchio subito rinvenuto, contestato e posto in sequestro. Denunciato anche per ricettazione oltre che resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, lo stesso è stato trasferito immediatamente in altro istituto della Campania”.

 

Notizie correlate