De Cesare: “I problemi ci sono ancora, ma non mollo il Calcio Avellino. Caso Young? Vi spiego…”

de cesare gianandrea

Assieme allo “stato maggiore” del Calcio Avellino, alla conferenza stampa di presentazione dei nuovi Aniello Viscovo e Alessio Rizzo, c’era pure l’amministratore delegato del club biancoverde Gianandrea De Cesare: “Stiamo lavorando per risolvere i problemi che ci hanno colpiti – ha detto De Cesare -. Ma rifarei cento volte la scelta di fare rinascere il calcio ad Avellino. C’è la voglia di creare qualcosa di bello, non ho mai pensato di abbandonare il progetto, non ci penso nemmeno”.

La schiarita dopo l’incontro con i tifosi avvenuto al termine del match contro il Ladispoli e le dichiarazioni al vetriolo di Mario Dell’Anno hanno contribuito a scuotere la società dal torpore che l’aveva investito: “Comunicare è essenziale per capire. Ho ascoltato le parole dei tifosi, ma conta principalmente il loro sentimento nei confronti della squadra. Le critiche e i suggerimenti sono sicuramente serviti. Ha contribuito pure l’ultimatum di Mario Dell’Anno. Hanno influito sulle nostre scelte”.

Infine, De Cesare ha fatto luce sull’audizione in Procura Federale per il caso Patric Young: “Siamo stati ascoltati e il tutto si è svolto in un clima di correttezza. Non posso sbilanciarmi, siamo in attesa delle decisioni della Procura Federale, che ci ha dato tutto lo spazio possibile per rappresentare la situazione”.

 

Notizie correlate