Prezzi al consumo: in Irpinia crescono trasporti ed energia, tracollo telefonia

Salgono ancora i trasporti, boom dei costi per l’energia mentre continuano a crollare quelli per la telefonia. Ecco l‘ultimo quadro dei prezzi al consumo in provincia di Avellino che ci arriva dall’Istat. A maggio, l’inflazione segna un leggerissimo calo rispetto ad aprile, ma nel confronto con lo stesso periodo dell’anno precedente viene fuori un più 1,1%. La corsa dei prezzi di beni e servizi è più forte a Benevento (l’incremento è del 2,8%). Sulla stessa lunghezza d’onda di Avellino, c’è Napoli con un più 1,5%. Per quanto riguarda l’andamento mensile, invece, Avellino si attesta su di un meno 0,3%, Napoli (-0,2), Benevento più 0,5%. Ecco nel dettaglio l’andamento dei prezzi in Irpinia. Trasporti (più 8,3%), vacanze (più 6,9%). L’altro dato esponenziale riguarda i costi per l’energia (più 5,7% in un anno). In crescita – ancora – i servizi, i prodotti per la cura personale, la ristorazione ed infine abbigliamento e calzature. Crollo verticolare per la telefonia (meno 12,2%). Calano anche le tariffe dell’acqua (meno 1,7%) e i fitti.

 

Notizie correlate