Sempre ai vertici per l’export: il made in Irpinia piace molto all’estero

In continua e costante crescita le esportazioni: a guidare è sempre l’agroalimentare con un volume d’affari con l’estero lievitato di oltre due milioni di euro in tre mesi. L’export si conferma il fiore all’occhiello dell’economia irpina. I dati arrivano dall’Istat e si riferiscono al primo trimestre del 2017. Nel raffronto con gli ultimi tre mesi dell’anno scorso, le esportazioni irpine sono aumentate del 5%. Solo Napoli ha fa meglio con un più 6%. Positivo anche il dato di Benevento (più 3%). In territorio negativosia Salerno (meno 1%) che Caserta (-4%). Meglio ancora le importazioni, il cui valore complessivo in Irpinia è aumentato di oltre 80 milioni di euro in soli tre mesi. L’incremento registrato in provincia di Avellino è il più alto in assoluto in Campania (più 16%), quasi tre volte Napoli. L’import crolla, invece, nelle altre tre province della regione: Benevento e Salerno (meno 8%), Caserta meno nove.  

Notizie correlate