Vignola all’Asl: “Troppi tagli, così si fa morire l’ospedale Landolfi”

“L’atto aziendale dell’Asl va cambiato”. Dopo il caso di radiologia a rischio stop per carenza di personale, il primo cittadino di Solofra Michele Vignola si schiera in difesa dell’ospedale Landolfi. “La Regione Campania con il piano ospedaliero prevede il rilancio della struttura. Siamo però costretti a constatare che i tagli che l’atto aziendale sta attuando su Solofra si muovono in una direzione opposta: far morire il nostro ospedale”. Ed ancora. “La radiologia va riaperta”.

Una posizione, quella espressa dall’inquilino di palazzo Orsini, che fa il paio con la denuncia del coordinamento Usb pubblico impiego di Avellino che teme che “dietro le carenze di personale che si registrano all’ospedale Landolfi ci sia un disegno di smantellamento del nosocomio. Preoccupazione avvalorata da alcune decisioni organizzative di dubbia condivisione”

Notizie correlate