Una strada per ricordare il sacrificio di Pasquale Campanello

Il sacrificio di Pasquale Campanello verrà ricordato per sempre dalla città di Avellino. Il sovrintendente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria fu ucciso sotto la sua abitazione a Torrette di Mercogliano l’8 febbraio del 1993.

Questa mattina, in una traversa di Via Annarumma, è stata intitolata a Pasquale Campanello una traversa. “Vittima del dovere…” si legge sulla targa scoperta stamane dall’associazione Libera. Campanello fu ucciso dalla camorra per il suo comportamento integerrimo nei carceri.

“Con il tempo, finalmente, è stato portato alla luce il suo sacrificio che questa comunità dimenticò troppo presto. Dopo lo scalpore di quei giorni, subito fu voltata pagina – ha spiegato la vedova Campenello, Antonietta Oliva – Marco Cillo, insieme all‘associazione Libera mi chiese addirittura il permesso di ricordare Pasquale. Grazie a loro, il ricordo di mio marito, vive nei cuori di tutti, questa targa è per tenere vivo il suo esempio. Se ognuno di noi, ogni giorno si impegnasse a fare il proprio dovere, le mafie le avremmo già sconfitte“.