Ars et Labor: allenamento in vista di Sabato

Ars et Labor: allenamento in vista di Sabato
Il Gruppo Iovino Ars et Labor archivia la pratica Casalnuovo e già pensa al big match di sabato 2 maggio (palestra Masi ad Atripalda, ore 18) contro il Rosso Maniero, unico competitor nella lotta per la conquista del vertice della classifica della serie C girone B. Il match giocato contro l’Olimpo h…

Ars et Labor: allenamento in vista di Sabato

Il Gruppo Iovino Ars et Labor archivia la pratica Casalnuovo e già pensa al big match di sabato 2 maggio (palestra Masi ad Atripalda, ore 18) contro il Rosso Maniero, unico competitor nella lotta per la conquista del vertice della classifica della serie C girone B. Il match giocato contro l’Olimpo ha visto dominare nettamente i ragazzi di Sirignano: punteggio di 3 a 0 (parziali 25- 14, 25- 13, 25- 17) in 45 minuti di gioco. Poco più di un allenamento. La squadra schierata da Mister Monaco (Gambardella, De Palma, Pagano, Tizzano, Panico Senior, Schiavo, Boninfante) ha quindi potuto mettere in scena un vero e proprio show, sostenuto dalle battute di Boninfante (record si 6 punti consecutivi in battuta), dalla solidità in ricezione e forza in attacco del capitano Gambardella, dal lavoro a muro di Pagano e Tizzano e dalla concretezza di Di Palma. La partita di Casalnuovo è stata vissuta dunque dal Gruppo Iovino come una lunga vigilia per il big match di sabato prossimo con il Rosso Maniero per il miglior piazzamento nella griglia dei play off. E la vittoria in scioltezza ha galvanizzato non solo gli atleti. Luca Galdieri, dirigente dell’Ars et Labor, racconta la gioia e l’ansia per questa vigilia: “E’ piacevole oltre che agonisticamente stimolante pensare che sabato prossimo i ragazzi del Gruppo Iovino avranno puntati addosso gli occhi dell’ intera Campania e dovranno dimostrare di essere i migliori del girone in una partita secca contro una compagine storica del volley napoletano e campano. Essere giunti a tale risultato deve inorgoglire tutti i ragazzi dell’Ars et Labor, sia quelli che sono stati chiamati maggiormente in causa dall’allenatore in partita sia quelli che si sono sacrificati in allenamento ma che hanno avuto meno possibilità di scendere in campo. La chance di raggiungere un risultato storico per l’Ars et Labor è merito ed è nelle mani di tutti, dei giocatori, de tecnico e soprattutto di Mercogliano, responsabile tecnico fuori campo ma con ancora la maglietta indosso”. “Sabato prossimo- continua Galdieri- sarà necessario accompagnare dagli spalti il Gruppo Iovino alla vittoria con un’adeguata cornice di tifosi per incitare i ragazzi e aiutarli a conseguire la grande impresa”.

Notizie correlate