Meno sei alla fine, ed ora match con il Foggia

Meno sei alla fine, ed ora match con il Foggia
AVELLINO – Alla fine della stagione mancano sei giornate e vincere deve essere la parola d’ordine per sperare. La pallavolo Avellino domenica è attesa da un’altra sfida importante al “Preziuso” di Foggia (ore 18.00). Il compito non si presenta affatto agevole: il sestetto pugliese in classifica staz…

Meno sei alla fine, ed ora match con il Foggia

AVELLINO – Alla fine della stagione mancano sei giornate e vincere deve essere la parola d’ordine per sperare. La pallavolo Avellino domenica è attesa da un’altra sfida importante al “Preziuso” di Foggia (ore 18.00). Il compito non si presenta affatto agevole: il sestetto pugliese in classifica staziona a 19 punti e contro gli irpini (a quota 26) si giocherà le residue possibilità di permanenza in terza serie. Entrambe le formazioni arrivano allo scontro salvezza dopo aver conquistato 2 punti al tie break nell’ultimo turno: le vittorie di Avellino in casa sul Fasano e di Foggia a Brolo, indicano che ad avere la meglio sarà la squadra che sotto rete giocherà con maggiore motivazione.Sul fronte allenamenti in casa avellinese gli atleti appaiono concentrati a curare ogni dettaglio: qualche acciacco ha scandito le sedute con piccole noie per Minenna e Beltran, fermati da un fastidio ad un ginocchio e da un affaticamento muscolare, ma fortunatamente sono già in recupero e domenica la rosa sarà al gran completo. Guardando alle altre gare della prossima giornata spiccano gli impegni, fra sabato e domenica, di due dirette concorrenti. Marcianise e Galatina – appaiate in classifica e avanti di un solo punto (27) – ospiteranno le due battistrada del torneo, rispettivamente Sora (61) e Gela (59) in piena lotta per la promozione. Vincere e sfruttare gli incroci del calendario per tirarsi fuori dalla zona rossa è, naturalmente, l’obiettivo in casa Avellino. Contro i pugliesi all’andata finì 3 a 1 per i verdeblu al termine di una sfida non brillante nel gioco ma agonisticamente intensa. L’ex di turno del match sarà il capitano dei foggiani Roberto Tartaglia, nel frattempo diventato allenatore-giocatore dopo le dimissioni in panchina di mister Pasquali. Tartaglia ha palleggiato con la maglia di Avellino nella stagione 2001/2002. Viste le premesse, comunque, domenica in campo ci sarà poco spazio per gli amarcord.

Notizie correlate