Braiati spinge il Pisa: volere è potere

Braiati spinge il Pisa: volere è potere
PISA – Il capitano torna. Contro l’Avellino Edoardo Braiati, reduce da un grave infortunio, al Partenio potrebbe essere di nuovo in campo: “La decisione spetta chiaramente – spiega – al mister. Io però non ho perso molto terreno in queste settimane di lontananza dal campo, dalla partita vera e propr…

Braiati spinge il Pisa: volere è potere

PISA – Il capitano torna. Contro l’Avellino Edoardo Braiati, reduce da un grave infortunio, al Partenio potrebbe essere di nuovo in campo: “La decisione spetta chiaramente – spiega – al mister. Io però non ho perso molto terreno in queste settimane di lontananza dal campo, dalla partita vera e propria. Mi manca forse un po’ di ritmo ma dal punto di vista fisico sono quasi al top. Mi ero lesionato un legamento della caviglia. Per fortuna non si è trattato di un infortunio troppo grave e ho recuperato secondo i tempi previsti anche grazie al lavoro del nostro staff medico. Adesso mi sento bene, devo chiaramente giocare con una fasciatura, ma non ho dolore e mi sento pronto”. E la sua rinascita coincide con quella del Pisa. “Abbiamo passato delle settimane difficilissime. Però adesso siamo cresciuti sotto tutti i punti di vista. Abbiamo compreso al meglio il nuovo modulo tattico e abbiamo trovato quella fortuna che ci aveva sempre abbandonato. Quante volte abbiamo perduto immeritatamente delle partite? Quante volte abbiamo subito gol alla prima conclusione degli avversari? Mi auguro che la ruota abbia deciso finalmente di girare dalla nostra parte”. Ed ora l’obiettivo è raccogliere almeno quattro punti nelle prossime due gare. Perché dopo l’Avellino ci sarà il Bari. “Di certo – conclude Braiati – quattro punti rappresenterebbero un bel gruzzolo da mettere in cassa ma il nostro spirito ci spinge a giocare sempre per ottenere il massimo. Facciamo un passo alla volta, però, iniziando dalla gara di domani. Non sarà per niente facile uscire indenni dal Partenio: dovremo affrontare una squadra affamata di punti in un ambiente infuocato. Sarà dura ma proveremo ad ottenere il massimo. Come dice il mister: se vogliamo, possiamo…”.

Notizie correlate