Ciotola, l’uomo delle residue speranze

Ciotola, l’uomo delle residue speranze
AVELLINO – Le speranze sono piccole, anzi piccolissime. Perchè per entrare nella griglia play off l’Avellino avrebbe bisogno di almeno dodici punti: cioè quattro vittorie in sei gare. Improbabile considerato che fino ad ora, in totale ne ha vinte solo cinque. Per rimanere attaccati alla matematica s…

Ciotola, l’uomo delle residue speranze

AVELLINO – Le speranze sono piccole, anzi piccolissime. Perchè per entrare nella griglia play off l’Avellino avrebbe bisogno di almeno dodici punti: cioè quattro vittorie in sei gare. Improbabile considerato che fino ad ora, in totale ne ha vinte solo cinque. Per rimanere attaccati alla matematica servono però i gol. Dei quindici fatti sinora da Sforzini e De Zerbi, Campilongo ne deve fare a meno. Perchè Sforzini il campionato lo ha finito e De Zerbi tornerà, forse, contro il Parma. Allora l’unico sul quale si puo’ ancora contare è Nicola Ciotola, squalificato con il Brescia, vicino alla rete con il Piacenza, in gol a Sassuolo. Ciotola è fermo a quota quattro, aumentare il suo bottino è il suo augurio e quello dei tifosi. Per il resto serve solo un miracolo.

Notizie correlate