D’Angelo: “Cuore e coraggio per uscire da questo momento…”

Angelo D’Angelo capitano dell’Avellino suona la carica in vista del match contro il Carpi. Seconda sfida in casa  di fila per i biancoverdi che vogliono vincere. Irpini, che non intendono fallire nuovamente l’appuntamento interno : “Dobbiamo tornare a essere spavaldi, senza aver paura di sbagliare. Siamo involuti e dobbiamo capire in nostri errori”.

Il centrocampista di Ascea prosegue ancora: “Bisogna tornare a essere quelli col Foggia, riconquistando tutti con umiltà e dedizione. Senza coraggio i risultati non arriveranno mai”.

Un appello ai tifosi: “La nostra forza è sempre stata il nostro pubblico. In casa abbiamo sbagliato venti minuti con la Salernitana e la partita col Palermo. Dobbiamo tirare fuori il cuore, lo abbiamo imparato in questi anni. Solo così potremo rialzarci”.

Sul caso Catanzaro: “Bisogna pensare esclusivamente al campo. Non dobbiamo farci distrarre da vicende che sono lontane dal campo”.

In merito alle dimissioni del direttore generale Massimiliano Taccone: “E’ qui con me da nove anni, ne ha viste tante, e credo sia una scelta importante la sua, conta sempre un fattore psicologico. Ha gestito la squadra in maniera eccellente, sa il fatto suo, resta comunque con noi anche in un’altra veste”.

Non pensa alle questioni societarie: “Dentro e fuori dal campo dobbiamo essere tosti, come è questo popolo. La società ha già messo a disposizione il premio play-off, e questo la dice lunga. Dopo il ko nel derby, la reazione c’è stata, ma abbiamo commesso errori sciocchi, come a Pescara. Oppure qualche errore arbitrale ci ha penalizzato. Il Carpi non avrà vita facile”.

Notizie correlate