Il Brescia cala il tris sui lupi

Il Brescia cala il tris sui lupi
BRESCIA ( 3-4-1-2): Viviano, Bega, Zoboli, Mareco; Rispoli (80’ Berardi), Tognozzi, Salamon (45’ Taddei), Gorzegno; Zambrella; Caracciolo, Okaka (45’ Possanzini); A disposizione: Arcari, Vass, Nassi, Saraetela, Allenatore: Sonetti AVELLINO ( 4-2-3-1): Padelli, Cosenza (74’ Vasko’), Doudou, Pecorari…

Il Brescia cala il tris sui lupi

BRESCIA ( 3-4-1-2): Viviano, Bega, Zoboli, Mareco; Rispoli (80’ Berardi), Tognozzi, Salamon (45’ Taddei), Gorzegno; Zambrella; Caracciolo, Okaka (45’ Possanzini); A disposizione: Arcari, Vass, Nassi, Saraetela, Allenatore: Sonetti AVELLINO ( 4-2-3-1): Padelli, Cosenza (74’ Vasko’), Doudou, Pecorari, Mesbah; Pacilli ( 67’ Pepe), De Martino, Dettori Koman; Venitucci ( 60’ Di Cecco); Aubameyang; A disposizione: Gragnaniello, Babu, Vasko’, Ghomsi, Visconti Allenatore: Campilongo Arbitro: Candussio di Cervignano del Friuli Ammoniti: Doudou, Salamon, Mareco, Mesbah, Padelli Gol: 78’ Gorzegno, 81’ Taddei, 92’ Caracciolo (rig) Una sconfitta troppo pesante quella dell’Avellino a Brescia, punita nel finale da Gorzegno, Taddei e dal rigore di Caracciolo. La squadra di Campilongo si è mossa bene, a volte si è proposta in zona gol ( soprattutto nel primo tempo) e ha dimostrato comunque di lottare con grinta e determinazione. Dall’altra parte un Brescia a terra fisicamente, senza gioco e senza idee, ma che alla fine conquista tre punti pesanti. Oltre agli infortunati De Zerbi e Sforzini, Campilongo deve fare a meno anche di Ciotola e Gazzola squalificati. Nel Brescia è assente Baronio. Il Brescia parte bene al 4’: punizione, sulla respinta ci prova Gorzegno con un tiro da fuori area, Padelli si salva di piede. Al 12’ si vede Caracciolo con uno stacco di testa che si perde alto, su cross di Zambrella. Ma l’Avellino gioca a viso aperto e tende a spingere, soprattutto sulle fasce, e proprio al 18’ ci prova Koman con un tiro dalla distanza di poco a lato. Due minuti e su calcio d’angolo di Pacilli, bomba dal limite dell’area di Cosenza, deviazione di Tognozzi, Viviani manda di nuovo in angolo. Di nuovo Caracciolo (24’), punizione a giro Padelli c’è. Ancora Brescia con Salamon ( 37’) tiro dalla distanza, Padelli respinge in tuffo. 45’ fallo dubbio di Mareco su Pacilli che Candussio non fischia. Ripresa che si apre con l’entrata in campo di Possanzini e Taddei. Ancora Caracciolo, conclusione a giro di poco fuori (47’). Rispoli, tiro cross dalla sinistra Padelli non si fa sorprendere al 59’. Il ritmo nel secondo tempo si abbassa. Campilongo cerca di vivacizzare la manovra a centrocampo inserendo Di Cecco al posto di Venitucci. Al 67’ nuovo cambio: Pacilli esce, cedendo il posto a Pepe. Un minuto dopo Avellino in avanti: tiro di De Martino, palla che si perde alla sinistra di Viviani. Punizione di Taddei, Padelli risponde di pugno (73’). Ultimo cambio per l’Avellino al 74’: Cosenza colpito da crampi viene sostituito da Vasko’. Ma il Brescia va in gol al 78’ con Gorzegno grazie ad un tiro da fuori area dopo una serie di rinvii della difesa irpina. Dopo tre minuti Taddei chiude i giochi: punizione dalla sinistra al limite, barriera che devia e palla che si impenna finendo in rete. Al 92’ il tris. Fallo di Padelli su Possanzini al 92’. Rigore di Caracciolo che non sbaglia. Tre a zero e Avellino che ora è atteso dalla trasferta del Rimini ma tenere il morale alto, in questo momento, è davvero una missione impossibile.

Notizie correlate