L’Avellino cade al “Picco”: 2-1. Lupi inviperiti con l’arbitro

SPEZIA-AVELLINO: 2-1

 

SPEZIA (4-3-3): Chichizola; Vignali, Valentini, Terzi, Migliore; Maggiore, Errasti (20′ st Pulzetti), Djokovic; Piccolo (39′ st Datkovic), Granoche, Fabbrini (33′ st Baez). A disp.: A. Valentini, Ceccaroni, Sciaudone, Signorelli, De Col, Mastinu. All.: Di Carlo.

AVELLINO (4-4-2): Radunovic; Laverone, Migliorini, Jidayi, Solerio; Lasik (30′ st Camarà), Paghera, Moretti (20′ st Omeonga), D’Angelo; Verde (1′ st Castaldo), Ardemagni. A disp.: Lezzerini, Perrotta,  Belloni, Bidaoui, Eusepi. All.: Novellino.

MARCATORI: 17′ pt Ardemagni (A), 25′ pt Djokovic (S), 23′ st Granoche (S)

Arbitro: Ghersini di Genova

Note: Ammoniti: Errasti e Djokovic (S), Lasik e D’Angelo (A) Angoli: 6-2 Spezia, Rec: 0′ pt , 5′ st

AVELLINO CALCIO – Walter Novellino deve rinunciare a Djimisiti e Gonzalez fermati dal giudice sportivo. Assenze pesanti per l’allenatore biancoverde, costretto, a ridisegnare l’assetto arretrato. A sorpresa esordio dal primo minuto sulla corsia di sinistra per Solerio. L’ex capitano della Giana Erminio, ultimo acquisto in ordine di tempo, nel mercato di gennaio, ha battuto la concorrenza di Perrotta.  Classico 4-4-2 con Radunovic in porta, difesa a quattro composta da Laverone, Migliorini, Jidayi e Solerio. In mediana capitan D’Angelo torna titolare. A completare il centrocampo Lasik, divenuto inamovibile nelle strategie dell’allenatore irpino, Paghera e Moretti. In avanti VerdeArdemagni. I due calciatori sono gli unici ad aver sempre giocato con l’avvento del tecnico di Montemarano.

LA GARA – 3′ fallo di Migliore su Lasik, punizione di Paghera che dalla trequarti calcia direttamente sul fondo. 6’ spinta di Valentini su Ardemagni, Ghersini concede la punizione. Verde mette al centro dall’out sinistro dell’area, Migliorini salta più in alto di tutti e manda la sfera alta sulla traversa. 7′ è lo stesso difensore a liberare su un cross basso di Piccolo. 9′ cartellino giallo per Errasti. Lo spagnolo è autore di un fallo su Laverone. 11′ errore di Moretti che si fa scippare la sfera da Fabbrini che giunge al limite dell’area e calcia nell’angolino.Radunovic in due tempi blocca. 13′ Granoche brucia sullo scatto Migliorini e crossa al centro. Pallone che finisce sul fondo dopo una deviazione. Dalla bandierina va Piccolo che cerca di innescare Fabbrini. Batti e ribatti con Radunovic e Moretti che salvano ancora in angolo. 16′ cross di Granoche per la testa di Djokovic che non trova lo specchio della porta. 17′ punizione di Verde che innesca D’Angelo cross del capitano dal limite dell’area per Ardemagni. Il bomber anticipa Valentini e Djokovic e di testa porta i lupi in avanti. Classica rete dell’ex per il centravanti milanese giunto così a quota 9 nella classifica marcatori. 23′ ammonito Lasik. L’ex Brescia era in diffida e salterà la gara contro il Novara. 25′ tiro di Djokovic dalla lunga distanza Radunovic sbaglia clamorosamente con il pallone che entra in porta per l’1 a 1. Gravissimo errore del numero uno biancoverde che regala il pareggio ai padroni di casa. 31′ Valentini ci prova di testa, ma Radunovic con un grande intervento salva il risultato e mette il pallone in calcio d’angolo. Sulla susseguente azione è lo stesso numero tre a riprovarci, ma il numero uno dei lupi è attento. Novellino prova a spronare i suoi. Il tecnico biancoverde tarantolato in panchina quanto mancano dieci minuti al termine della prima frazione. 44′ D’Angelo si libera di Migliore e mettei n mezzo per Ardemagni che ci prova in girata. Tiro deviato da un difensore. E’ questo l’ultimo sussulto di un primo tempo dove i lupi hanno provato a sfruttare al meglio le occasioni capitate.

SECONDO TEMPO – Al 1′ Novellino manda subito in campo Castaldo al posto di Verde. Avellino con due punte pure in campo. Nella ripresa partono forti i padroni di casa: 8′ ci prova Piccolo. Ma il suo tiro è da dimenticare. 12′ punizione di Piccolo che impensierisce i lupi. 17′ Fabbrini aggira Paghera e calcia dal limite. Pallone che finisce oltre la traversa. 20′ entra Omeonga al posto di uno spento Moretti (forse la peggiore prova del calciatore ex Latina dal suo avvento in biancoverde). 21′ Lasik ci prova di destro. Il suo tiro finisce fuori di poco. 22′ Fabbrini mette in mezzo per Piccolo che calcia al lato. Non si è fatta attendere la risposta dello Spezia. 22′ cross di Castaldo dalla sinistra per la testa di Ardemagni. Conclusione debole bloccata dal portiere di casa. Incontro vivo con le due formazioni che provano a cercare il gol. 23′ Piccolo per la testa di Granoche che in tuffo non perdona e ribalta il risultato. 2 a 1 per i bianconeri. Novellino indemoniato in panchina. 28′  Paghera mette in mezzo per Castaldo,  incornata debole bloccata da Chichizola. 31′ Paghera dalla bandierina, la sfera giunge a Migliorini che di testa manda di poco al lato. 32′ azione insistita dei padroni di casa con Pulzetti che perde l’attimo e calcia comunque a rete. Pallone deviato in angolo. Poco dopo vibranti proteste dell’Avellino: Castaldo viene messo giù da Terzi lanciato in area. Il signor Ghersini  fa proseguire anche su Ardemagni che a contatto con Chichizola va giù (è questa la decisione che ha fatto arrabbiare maggiormente i giocatori in campo e lo staff tecnico).  Il bomber ha anticipato nettamente il numero uno di casa, ma l’arbitro ha preferito far proseguire e concedere il corner. 44′ Omeonga alza un bel pallone per D’Angelo che di testa non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Sfera che finisce di poco sul fondo. Cinque minuti di recupero concessi da Ghersini in questa seconda frazione di gioco.  Match fermo per un infortunio accorso a Djokovic. 47′ Ardemagni di sinistro non trova lo specchio della porta dal limite. 49′ errore di Omeonga,  Pulzetti fa partire Granoche che rimette al centro per l’ex Livorno che di controbalzo calcia alto.

Finisce quì la partita Novellino e l’Avellino protestano per alcuni episodi dubbi nell’area spezzina.  Seconda sconfitta consecutiva per i biancoverdi che adesso, aspettano il Novara. Nel match contro la squadra di Boscaglia torneranno Djimisiti e Gonzalez, ma mancherà Lasik fermato dal giudice sportivo.