Rimini, il pericolo si chiama Cipriani

Rimini, il pericolo si chiama Cipriani
AVELLINO – L’anno scorso arrivò ad Avellino a Gennaio. Da sempre una eterna promessa del calcio italiano, visti i trascorsi a Bologna e Genova, poi un infortunio lungo e grave che lo aveva costretto a stare lontano dai campi di calcio. In Irpinia si fece vedere con soli due gol in 17 partite, anche …

Rimini, il pericolo si chiama Cipriani

AVELLINO – L’anno scorso arrivò ad Avellino a Gennaio. Da sempre una eterna promessa del calcio italiano, visti i trascorsi a Bologna e Genova, poi un infortunio lungo e grave che lo aveva costretto a stare lontano dai campi di calcio. In Irpinia si fece vedere con soli due gol in 17 partite, anche se nel finale di campionato dimostrò di essere in grande crescita. Giacomo Cipriani e l’Avellino si rincontreranno. A Rimini, sabato prossimo. Cipriani, cinque gol finora, sembra essere il punto di riferimento di una squadra ( quella romagnola ) che resta in crisi di identità. L’allarme per Seleghini ci sarà pero’. Oltre a Basha squalificato, non ci saranno Cardinale ( campionato finito per lui) e Paraschiv. Stanno invece meglio, ma non al top, Bravo e Vitiello. Perchè i problemi, almeno per una volta, non saranno solo in casa Avellino.

Notizie correlate