Alto Calore, inizia la lotta ai furbetti del flessibile: meglio tardi che mai

Erano anni che se ne parlava.

Molti sapevano, tantissimi fingevano di non sapere, qualcuno parlava addirittura di utenti “consigliati” ad attivare quella furba procedura per evitare di contabilizzare il consumo dell’acqua.

Di cosa si tratta?

Del flessibile, ovviamente.

Quel tubo di gomma che consente di bypassare il contatore.

Utilizzi l’acqua e non la paghi.

Bellissimo.

Ora l’Alto Calore ha finalmente sguinzagliato i suoi letturisti, si cominciano a individuare i furbetti del flessibile.

LETTURISTI RISPOLVERATI

I letturisti sono quelle figure professionali che da anni erano state destinate  ad altri e più alti incarichi, con mansioni e stipendi superiori.

Sono tornati a fare il mestiere per il quale erano stati assenti, in gran parte senza concorso, nel rispetto della distribuzione dei posti di lavoro tra partiti ed esponenti politici in quel carrozzone politico che è l’Alto Calore.

Hanno  iniziato i controlli dal basso.

Sono andati dai poveracci delle case popolari, trovando diverse irregolarità.

Hanno pubblicizzato l’accaduto: eccoli, li abbiamo presi.

“In tutti i casi riscontrati – spiegano dagli uffici di Corso Europa – il furto d’acqua era messo a segno con un tubo flessibile direttamente collegato alla rete idrica. In questo modo veniva così bypassato il contatore per evitare il conteggio dei metri cubi di acqua consumati”.

VILLE CON PISCINA

E’ auspicabile che si rechino pure presso i proprietari di ville con piscina dove l’acqua viene utilizzata per fare il bagno in estate, ospitando amici e vantando magari quel “trucco” che consente loro di non pagare l’acqua utilizzata.

Voci di dentro raccontano di decine di piscine riempite con l’acqua che passa attraverso il flessibile anzichè il contatore.

Siamo curiosi di sapere quanti furbetti della piscina saranno scovati.

I letturisti sanno bene dove andare e controllare.

Possono domandare a qualche indraulico oppure ex collega.

Qualcuno spieghi pure ai “furbetti” che si trattadiun reato penale.

Oltre a dovere pagare l’acqua, saranno pure processati.

E condannati, insieme a chi ha provveduto a impiantare il flessibile.

P.S. – Qualcuno dice che in questi giorni gli idraulici stiano ricevendo centinaia di chiamate…ma quanti guasti!

 

Notizie correlate